developed and seo specialist Franco Danese

INCONTRI Il giro d’Italia a vela con una barca di 130 anni (e uno skipper di 70)

Stanno uccidendo il Laser (e possono salvarlo solo i laseristi)
3 febbraio 2020
“Ecco come sarà il nuovo Oceanis Yacht 54”. Parola di Lorenzo Argento
4 febbraio 2020

Vi ricordate dell’avventura di Paolo Lodigiani? A bordo del BAT, piccola barca a vela d’epoca lunga 5,20 metri costruita in legno in Inghilterra nel 1889, lo scorso anno è partito dal porto di Sanremo con destinazione Trieste, dove è arrivato dopo due mesi di navigazione, 1.700 miglia di mare e oltre 50 porti toccati lungo la penisola.

E’ stata una splendida avventura quella del progettista nautico milanese (e consigliere AISDEC, Associazione Scafi d’Epoca e Classici). Il nome ‘BAT 200’ dato all’impresa, rappresenta la somma dell’età della barca, 130 anni, e quella del suo proprietario, 70 anni.

Non perdetevi il racconto del suo viaggio fuori dagli schemi: appuntamento fissato per venerdì 21 febbraio 2020, ore 21.00, nella sede della Lega Navale di Milano (Viale Cassala 34). Ingresso libero. PIU’ INFO SULL’EVENTO QUI


LA STORIA DEL BAT

BAT viene varata nel 1889 presso il cantiere inglese J.T. Howard di Maldon, all’epoca specializzato nella costruzione di chiatte a barche da trasporto, mentre il suo progettista, C.P. Clayton, era noto soprattutto per i disegni di yacht da regata protagonisti di competizioni che si svolgevano nel Solent, intorno all’isola di Wight. Il cutter è stato costruito con fasciame calafatato di teak dello spessore di 15 millimetri su ossatura in rovere, con la chiglia anch’essa in teak e la zavorra in piombo. Praticamente inesistenti gli slanci, con dritto di prua a piombo e specchio di poppa quasi verticale. BAT regatava nella classe dei 17’, diffusa soprattutto nelle acque dell’Essex. Nei primi anni del Novecento la barca naviga sul Lago di Como con l’armatore signor Ruspini di Blevio. Nel 1959 Sergio Spagnul la ritrova abbandonata a Latisana, in Friuli-Venezia-Giulia, e dopo averla restaurata la fa partecipare a numerose regate tra cui la Trieste-San Giovanni in Pelago.

IL PICCOLO-GRANDE YACHT DI CARLO SCIARRELLI

Dal 1965 BAT appartiene al triestino Carlo Sciarrelli, destinato a diventare il più importante progettista italiano di scafi classici e tradizionali. La barca, che in questo periodo risulta essere pontata e con una bassa tuga, partecipa a numerose edizioni della Barcolana. Sciarrelli, nel suo famoso libro “Lo Yacht”, così la descrive: “Il BAT è la mia barca. Ci vado a spasso per il golfo di Trieste (…). Se yacht è la barca da piacere, che più è yacht meno se ne riesce a dimostrare un valore pratico, allora per me il BAT è il più yacht di tutti”. Nel 1994 la compra Paolo Lodigiani, che dopo averla tenuta per un certo periodo a Cernobbio, sul Lago di Como, la riporta al suo tradizionale ormeggio presso lo Yacht Club Adriaco di Trieste, di cui è socio.

Nel 1999 il Cantiere Alto Adriatico di Monfalcone, sotto la supervisione di Carlo Sciarrelli, riporta BAT al disegno originale del 1889, con lo scafo aperto non pontato. Venti anni più tardi Lodigiani, in preparazione del periplo d’Italia, affida BAT al Cantiere Massimo Garella di Borgone di Susa, in provincia di Torino, che con la consulenza dell’architetto Marco Casavecchia riporta la barca al disegno di Sciarrelli applicando una nuova coperta e la tuga. Il ritorno in mare ufficiale del BAT è avvenuto il 27 maggio 2019 presso i Cantieri Navali Sanremo.

(foto Paolo Maccione)

BAT 1889 – LA SCHEDA TECNICA

Nome: BAT
Tipologia: cutter aurico
Anno varo: 1889
Cantiere: J.T. Howard – Maldon (Essex – UK)
Progetto: C.P. Clayton (UK)
Materiale di costruzione: fasciame in legno di teak su ossatura in rovere
Lunghezza scafo: 5,20 mt
Lunghezza ‘fuori armo’: 10 mt (dall’estremità del bompresso alla varea del boma)
Larghezza: 2,17 mt
Pescaggio: 1,40 mt
Dislocamento: 2,6 tonn.
Superficie velica: 40 mq
Motorizzazione: Fuoribordo 6 hp
Club di appartenenza: Lega Navale Italiana (MI) – Yacht Club Adriaco (TS)
Associazione: ASDEC – Associazione Scafi d’Epoca e Classici

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI BARCHE, TEST & CANTIERI

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi