developed and seo specialist Franco Danese

ESCLUSIVO Luna Rossa “asfalta” gli inglesi: le FOTO mai viste degli AC 75

impiombatura calzata
TECNICA Come realizzare un’impiombatura calzata perfetta
31 gennaio 2020
TECNICA Mental training, ovvero come costruirsi una mentalità vincente nella vela
1 febbraio 2020

Luna RossaSono mesi ormai, da quando il primo AC 75 ha toccato l’acqua (leggi QUI) che si “chiacchiera” sulle barche della prossima Coppa America. Quanto sono veloci? Chi è il più veloce? Cosa stanno provando? Perché sono così diverse tra loro?

Un “mistero” alimentato dall’esigenza di riservatezza dei team, gelosi dei loro allenamenti in acqua per ovvie ragioni di spionaggio o propensi a mostrare solo quello che ritengono non compromettente. Brevi spezzoni di video (meno brevi quelli di team New Zealand) o foto ritagliate ad arte per non mostrare nulla di sensibile. E soprattutto mai nessuna immagine di due AC 75 a stretto contatto.

Bene, l’attesa è finita. Il Giornale della Vela è entrato in possesso delle prime foto mai scattate a due AC 75 in allenamento. Luna Rossa e Ineos Team UK sono stati immortalati nelle immagini di Francesco Nonnoi per il Giornale della Vela, mentre eseguivano quello che ha tutta l’aria di essere uno speed test nelle acque di Cagliari.

Immagini scattate alcuni giorni prima del disalberamento di Luna Rossa. E quello che vediamo, oltre a essere un documento importante per questa Coppa America che sta nascendo, a meno di due mesi dalle regate di Cagliari (23-26 aprile ndr), offre anche degli spunti tecnici non da poco.

Le due barche navigano parallele, apparentemente appaiate (ma attenzione alla distorsione della prospettiva). Foto Francesco Nonnoi

Luna Rossa con un volo radente e apparentemente sovrasbandata sembra chiudere la distanza laterale orzando di più di Ineos. Foto Francesco Nonnoi

Foto Francesco Nonnoi

Foto Francesco Nonnoi

Nelle ultime tre immagini il distacco sembra aumentare ancora, al netto dello schiacciamento della prospettiva. Foto Francesco Nonnoi

Luna Rossa stacca definitivamente gli inglesi. Foto Francesco Nonnoi

COME LUNA ROSSA “ASFALTA” GLI INGLESI DI INEOS E BEN AINSLIE

I due AC 75 stanno navigando di bolina, in una giornata di maestrale intorno ai 15 nodi. La sequenza risente un po’ della distorsione prospettica, ma si può notare come le barche nella prima foto siano appaiate con una certa distanza laterale. Gradualmente c’è la netta sensazione che Luna Rossa chiuda la distanza, orzando quindi di più, e superi addirittura da sottovento, e in maniera piuttosto netta gli inglesi. Parafrasando un’espressione degli amici tennisti: game, set, match, e tutti a casa.

Uno smacco non da poco, anche se ovviamente non sappiamo con che settaggi le due barche stessero navigando e se entrambe fossero al massimo del loro potenziale o meno.

Il dato sul sorpasso non è il solo interessante, ma si notano altre cose. Luna è armata con un fiocco a testa quadra con un’inferitura minore. E poi c’è il volo: radente e appruato quello di Team Prada, decisamente alto quello degli inglesi (con buona pace dei commentatori che sostenevano che il volo appruato fosse un problema di assetto).

Se ciò non bastasse, osservando l’inclinazione degli alberi, si potrebbe addirittura sostenere, e lo sosteniamo, che Luna voli leggermente sbandata sopravvento, come se fosse un Moth di 75 piedi. Luna a pelo d’acqua, come uno squalo, Ineos con quella forma un po’ “goffa” sembra invece una preda sovrappeso. Mentre mormorii sardi raccontano di una top speed di Team Prada superiore ai 46 nodi e forse anche più.

Se ciò che vi abbiamo mostrato corrispondesse a realtà, ovvero che Luna Rossa in questo momento possiede delle performance nettamente superiori agli inglesi, significherebbe che i mesi di silenzio e mistero di Team Prada hanno portato i loro frutti.

Dei frutti ovviamente parziali, dato che stiamo parlando di barche che probabilmente non vedremo nella Coppa vera e propria dove quasi sicuramente regateranno gli scafi numero 2 ancora da varare. Ma si tratterebbe pur sempre di un vantaggio psicologico, oltre che materiale, importante che forse neanche il disalberamento dei giorni scorsi può annullare.

E c’è qualcuno che giura di avere sentito Ben Ainslie tornare a terra dopo l’allenamento con Luna Rossa ed esclamare tra i denti: “Oh shit, f..k your majesty”.

Mauro Giuffrè

Copyright Giornale della Vela, tutti i diritti riservati

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI REGATE & SPORT

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

 

4 Comments

  1. Paolo Pompili ha detto:

    gli albioni sono stronzetti, potrebbero anche farlo apposta per non mettere in mostra le loro potenzialità

  2. Marco Pellanda ha detto:

    Bene per Luna Rossa.
    Non capisco la storia dell’asfalto.
    Un redattore da ‘Giornale dell’auto’?
    Marco Pellanda – Venezia

  3. Daniele ha detto:

    Nella vela lo sanno tutti che molti posso bluffare soprattutto all’inizio. Io non mi fiderei ancora

  4. Salvatore ha detto:

    Bluff a parte (che, però, fanno parte integrante della vela e non solo di quella riguardante la Coppa America) io dell’articolo prenderei per buona la frase: “Se ciò che vi abbiamo mostrato corrispondesse a realtà…” perchè gran parte del resto è costituito solo da supposizioni, congetture, sentito dire (magari da persone in qualche modo coinvolte e/o in conflitto d’interessi)…Gli esseri umani, per carità, sono fallibili e divorati dalla passione (qualunque essa sia e comunque motivata) e, quindi, ciascuno può dire o scrivere quel che pensa…Forse Luna Rossa sarà anche superiore a Ineos (e purtroppo le foto, senza una chiara e incontrovertibile sequenza fotografica, non sono in grado di testimoniarlo oggettivamente e definitivamente)…Ma temo proprio che ETNZ e American Magic siano, al momento almeno e per quel poco che hanno fatto vedere, più avanti di Luna Rossa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi