developed and seo specialist Franco Danese

Benvenuti al sud! Quando l’amore per la vela non ha distanze né confini

Boot Düsseldorf, è qui la festa delle barche? Tutte le novità in arrivo dal salone tedesco
17 gennaio 2020
bomata in testa
TECNICA Bomata in testa. Cosa fare per non peggiorare la situazione
18 gennaio 2020

“Ma lo sai che quest’estate sono stato a lungo dalle tue parti e quest’inverno ci tornerò”? Sono venuto a conoscenza così, da uno scambio di messaggi con Lamberto Cesari, bravo velista e giornalista, di una storia che sa molto di vela ma anche di passione e umanità. Cosa ci facevano i ragazzi di una squadra agonistica del Garda, il Centro Nautico Bardolino, sull’isola di Favignana, la perla delle Egadi, a Capodanno? Semplice, si divertivano, andavano a vela, con i loro coetanei che abitano sull’isola.

Ma questo non è solo il racconto di un campo vela invernale, è la storia di uno scambio di umanità, di conoscenze, e di amore per la vela. Tutto nasce qualche tempo fa, quando i genitori di Lamberto decisero di acquistare una casa sull’isola di Favignana. Casa che era un tempo la sede della Scuola vela Gulliver, una piccola realtà isolana che rappresenta molto per i ragazzi di Favignana. La Gulliver è stata fondata da Giuseppe Bianco, per tutti Peppone, isolano appassionato di vela, che ha deciso di dare ai bambini e ai ragazzi dell’isola la possibilità di andare a vela a costi bassissimi. Succede che, al momento di entrare in possesso della casa, i genitori di Lamberto scoprono che la scuola vela non ha ancora una nuova sede per l’estate 2018. “Non c’è problema”, rispondono i Cesari, “la casa sarà ancora vostra per tutta l’estate, per non interrompere la vostra attività”. E Lamberto decide l’anno dopo di prendersi anche qualche mese di stop dal lavoro per aiutare Peppone in acqua con i giovani velisti di Favignana.

E da questo nasce un’idea: perché non portare il Nord al Sud e viceversa? Perché non portare le squadre  del Centro Nautico Bardolino, il circolo dove è cresciuto e con cui collabora Lambero, a Favignana?  Il periodo individuato per il primo “incontro” è quello di fine anno, quando al sole di Favignana è possibile trascorrere delle splendide giornate di mare e vela. Il Centro Nautico Bardolino fa le valige, la squadra Laser e quella Optimist salgono su un aereo con direzione Palermo, e poi Favignana, mentre Lamberto si imbarca in nave con barche e attrezzatura. Una allegra invasione dell’isola fuori stagione, in un periodo fra l’altro, quello invernale, “psicologicamente” difficile per gli abitanti di Favignana, sempre preoccupati dal rischio di rimanere isolati per il mare grosso.

Tra allenatori, velisti, genitori ed amici, un gruppo di oltre 60 persone che ha animato l’isola di voci, colori e soprattutto vele. Grande festa e divertimento costruttivo in acqua, dove la “portata” principale delle attività per i più piccoli, i due team Optimist, è stata la regata a squadre. Bardolino contro Gulliver? Niente affatto. Per un vero scambio culturale, umano e tecnico, le squadre sono state rigorosamente mischiate, nel pieno spirito di condivisione. E poi c’è stato lo spettacolo delle vele luminose, una veleggiata al tramonto con le vele degli Optimist addobbate a festa, in una sfilata in mare nelle suggestive acque antistanti lo Stabilimento Ex Tonnara Florio, uno dei luoghi simbolo della storia di Favignana.

Il risultato è stato uno splendido scambio di bagagli tecnici e umanità: c’è chi ha dato di più agli altri in un aspetto e chi nell’altro. Al momento dei saluti non sono mancate le lacrime: quelle di chi parte, quelle di chi resta. A tal proposito ci piace citare la nacrista azzurra Maelle Frascari, che le acque delle Egadi le ha frequentate a lungo per allenarsi, in un passaggio di un post su Facebook che racconta il suo saluto a Trapani (distante da Favignana appena 9 miglia): “non l’avevo mai guardata con occhi tristi, che cercano la bellezza al di fuori di noi ad ogni costo”.

Non piangete allora giovani velisti, perché il vostro incontro da nord a sud non è stato un esperimento, ma il primo atto di una lunga amicizia. La scuola Gulliver infatti quest’estate è attesa sul Garda, ospite di Bardolino. E pare che tra i genitori gardesani, dopo l’accoglienza ricevuta in Sicilia, serpeggi già la preoccupazione su come ricambiare in termini di cibo. Il Garda, da parte sua, è pronto a restituire con generosità quanto hanno dato le brezze siciliane. La prossima puntata sarà ovviamente un…Benvenuti al Nord!

Mauro Giuffrè

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

1 Comment

  1. Marco Pellanda ha detto:

    Magnifico.
    Evviva le Scuole di Vela.
    Marco Pellanda – Venezia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi