developed and seo specialist Franco Danese

Soldini e Maserati inseguono alla Cape to Rio. VIDEO

TECNICA Come regolare il tuo albero per andare più forte / 1
13 gennaio 2020
TECNICA Avaria al timone, come gestirla senza l’aiuto di nessuno
14 gennaio 2020

Un altra sfida per Maserati Multi 70 e Giovanni Soldini. Questa volta il trimarano italiano torna in regata nella Cape to Rio, una prova cara a Maserati per le sue diverse partecipazioni quando ancora la barca era il monoscafo VOR 70. Una sfida contro la sfortuna che ha spesso colpito la sfida del trimarano italiano con i foil, spesso vittima di collisioni con oggetti non identificati.

Giovanni Soldini e il Team di Maserati Multi 70 hanno tagliato la linea di partenza della 16a edizione della Cape2Rio, la storica regata transoceanica di 3.600 miglia da Cape Town a Rio de Janeiro. Nelle acque di Table Bay, davanti alla città sudafricana, Maserati Multi 70 e il suo competitor LoveWater sono partiti con 10/12 nodi di vento da Ovest.

Dopo pochi minuti Maserati Multi 70, sulla scia del suo avversario, raggiunge la seconda boa di disimpegno, situata più a Nord, dove il vento è calato bruscamente a 3 nodi rendendo la manovra lenta e difficoltosa. Superato l’ostacolo il trimarano italiano è stato costretto a navigare utilizzando solamente la randa per poter risolvere un problema tecnico: dopo una ventina di minuti il Team di Soldini ha riaperto la vela di prua ed è ripartito a tutta velocità all’inseguimento del suo rivale, qualche miglio più avanti.

Le condizioni meteo previste sono tipiche di questa zona, con un’area di alta pressione posizionata in mezzo all’oceano Atlantico: per le prime 36 ore ci saranno tra i 15 e i 20 nodi di vento da Sud, che poi tenderà a calare e a girare prima a Sud Est, poi a Est. Il Team italiano dovrà trovare la rotta ideale per poter superare l’alta pressione senza attraversarla ma senza allungare troppo il percorso. Lo skipper Giovanni Soldini naviga a bordo di Maserati Multi 70 con un equipaggio di 7 velisti: gli italiani Guido Broggi (randista), John Elkann (timoniere e tailer), Nico Malingri e Matteo Soldini (entrambi grinder e tailer), gli spagnoli Carlos Hernandez Robayna (tailer) e Oliver Herrera Perez (prodiere) e l’ospite francese Pierre-Laurent Boullais. Poco prima di mollare gli ormeggi, Giovanni Soldini ha commentato: «Sono molto soddisfatto dell’ottimo lavoro che abbiamo fatto nell’ultimo mese e mezzo di lavori a Cape Town, la barca è pronta e l’equipaggio è super rodato. Siamo tranquilli e fiduciosi di fare una bella regata, sarà una grande sfida tener testa a una barca così grande come LoveWater ma ce la metteremo tutta!» LoveWater, diretto competitor di Maserati Multi 70, è un trimarano di 80 piedi ULTIM, con un equipaggio molto esperto, tra cui lo skipper Craig Sutherland e l’inglese Brian Thompson. Quello dei due trimarani è l’ultimo scaglione di partenze della regata: tredici imbarcazioni più piccole sono partite il 4 gennaio, i grandi monoscafi oggi alle 14.00 ora locale. La Cape2Rio è nata nel 1971, organizzata dal Royal Cape Yacht Club, ed è disputata ogni due o tre anni. È la regata intercontinentale più lunga dell’emisfero australe ed è da sempre un appuntamento mitico per ogni velista esperto.

TRACKING QUI

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi