developed and seo specialist Franco Danese

Ecco perché tutti i “big” della vela scelgono queste eliche a basso attrito

La FIV cerca un ricco mecenate con sogno olimpico nel cassetto
13 dicembre 2019
wc
Per non ritrovarti in un mare di m… abbi cura del WC di bordo!
13 dicembre 2019

Le eliche non sono tutte uguali. Scegliere un prodotto “top” significa navigare meglio, nell’immediato, e risparmiare in prospettiva: meno attrito quando si naviga a vela, più efficienza (e quindi meno consumi) sia in marcia avanti che indietro, meno costi di manutenzione.

CHE ELICHE USANO I “MOSTRI OCEANICI”?

Se è vero che il mondo delle regate segna la strada sviluppando tecnologie che poi si propagano nel mondo del diporto, chi sceglie le eliche a pale pieghevoli danesi Gori per la propria barca da crociera si va sul sicuro.

Il modello più “tirato”, la Racing Propeller (disponibile in otto versioni con diametri da 375 mm, ottime per un 30 piedi, a 750 mm, ideali per i maxi), è stata la scelta per circa il 70% della flotta di IMOCA 60 (le barche del Vendée Globe, il giro del mondo in solitario): tra questi i “mostri volanti” Charal di Jérémie Beyou e Hugo Boss del celebre velista Alex Thomson.

Troviamo eliche Gori anche sui multiscafi “spaccarecord” della classe Ultime (IDEC di Francis Joyon, Banque Populaire di Armel Le Clea’h, MACIF di Francois Gabart solo per citarne alcuni), e sul maxi trimarano foiling Gitana 17 e Maserati di Giovanni Soldini.

ALTURA E MONOTIPO

Anche barche più “normali” (ma vincenti), come Bellissima, l’Italia 11.98 campione del mondo ORC (altura) del 2019, monta il modello Racing. Il mondo delle classi monotipo o che prevedono una box rule, è “costellato” di eliche Gori: l’hanno installata oltre il 50% della flotta di TP 52 (incluso Luna Rossa), i ClubSwan 50 e gli Swan 45 (da regolamento di classe), i Melges IC 37, il nuovo one-design L30 che sarà classe olimpica al 99% e viene proposta di serie sull’offshore-cruiser SunFast 3300 di Jeanneau.

L’ELICA GIUSTA PER LA TUA CROCIERA

Questo grande successo è stato determinato dal continuo lavoro di ricerca dell’azienda danese, tra studi “matti e disperatissimi” per migliorare l’efficienza delle eliche e continui test realizzati con i velisti più forti. E senza troppa pubblicità né annunci clamorosi. Questo “modus” operandi è ovviamente trasferito anche sui modelli pieghevoli dedicati alla crociera, con 2, 3 e 4 pale, che vengono proposti di serie da cantieri prestigiosi come Cantiere del Pardo, Solaris, Mylius e Italia Yachts.

Gori è stato il primo costruttore, nel 1975, a progettare e realizzare un’elica a due pale abbattibili sincronizzate: nel 1990 è nata la linea di eliche Racing, nel 1994 è stata introdotta l’elica a 3 pale e ancora oggi è considerata da molti uno dei modelli per barche a vela più efficienti: l’elica pieghevole opera con lo stesso passo in avanti e in retromarcia (le pale ruotano di 180 gradi).

DUE PALE, UN NODO IN PIU’

La gamma Gori a due pale va da 292 fino a 457 mm di diametro, sia per trasmissioni in linea d’asse che per saildrive, per motorizzazioni fino a 60 cavalli. L’elica pieghevole a 2 pale riduce del 35% la resistenza idrodinamica totale della barca, e questo porta a guadagnare anche un nodo di velocità a vela.

IL “SEGRETO” DELLE ELICHE A 3 E 4 PALE

Le tre pale vanno da 381 a 762 mm, le versioni a quattro pale sono disponibili da 584 a 813 mm di diametro: entrambe hanno la funzione aggiuntiva “overdrive”, che permette a chi sta timonando di scegliere passo e il profilo dell’elica semplicemente intervenendo sulla “manetta”, senza l’uso di sistemi idraulici vulnerabili o di complicati dispositivi meccanici.

Il funzionamento è semplice. Ad esempio, quando si passa da “overdrive” alla normale marcia avanti, il comando del cambio e dell’acceleratore è impostato in folle, il che permette all’elica di ripiegarsi. Poi il comando del cambio e dell’acceleratore viene nuovamente impostato in avanti.

La funzione è molto utile quando si naviga a motore in condizioni di mare calmo o quando si usa il motore a vela perché dà la stessa velocità a regimi più bassi: meno rumore, vibrazioni e carburante sprecato.

COME SCELGO LA MIA ELICA?

Se dovete scegliere un’elica Gori, vi aiuta un programma disponibile sul sito dell’importatore italiano, con cui calcolerete velocemente il modello giusto per la vostra barca, una volta selezionato il modello a 2,3 o 4 pale.

CONFIGURA L’ELICA GIUSTA PER LA TUA BARCA

QUI IL LINK AL SITO DELL’IMPORTATORE ITALIANO DI GORI

 

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi