developed and seo specialist Franco Danese

Quel sorriso (ritrovato) che fa bene alla vela olimpica azzurra

BARCHE USATE In vendita tre 34 piedi da crociera imperdibili
6 dicembre 2019
TECNICA Come ormeggiare con vento senza fare “casini”
6 dicembre 2019

Vittorio Bissaro e Maelle Frascari

In questo quadriennio olimpico sono stati spesso lontani dai riflettori, un po’ oscurati dalla stella sempre brillante dei compagni di nazionale Tita-Banti. Un po’ perché Vittorio Bissaro, dopo il quadriennio in coppia con Silvia Sicouri, ha formato in Nacra 17 una nuova coppia con Maelle Frascari e serviva fisiologicamente del tempo per crescere come equipaggio. Ma proprio in questi giorni, con l’avvicinamento alle olimpiadi di Tokyo 2020 che entra nello sprint decisivo con il Mondiale di Auckland (riservato a Nacra e 49er), la loro crescita sembra avere trovato definitivamente il giusto equilibrio (il talento non è mai stato in dubbio e gli spunti prestazionali non erano mancati neanche in passato).

Sono in testa tra i Nacra e sembrano decisamente a loro agio nel golfo di Auraki che tra correnti e salti di vento è un campo di regata tutt’altro che banale dove mettersi alla prova. Il loro score fino ad ora è da stropicciarsi gli occhi per la continuità di rendimento (insiema alla velocità è una delle chiavi di un evento come un Mondiale ): 1-4-5-8-2-6-2-1-3-10 (scarto)-10 il che si traduce in 9 punti di vantaggio sul secondo equipaggio, gli australiani Whaterhouse-Darmanin, a sei regate dalla fine. L’Italia nei Nacra 17 è ampiamente qualificata per le Olimpiadi, questo mondiale e i prossimi mesi (con una tappa di World Cup nelle acque di Genova che si annuncia molto importante) saranno decisivi per decidere quale equipaggio andrà alle olimpiadi e immaginiamo che coach Gabriele Bruni non sarà dispiaciuto di avere qualche problema in più nella scelta.

La competizione interna sana del resto può solo che fare bene (ve ne avevamo parlato QUI con un’intervista incrociata ai nostri “nacristi”). Ruggero Tita e Caterina Banti restano almeno apparentemente l’equipaggio favorito, avendo avuto una continuità di rendimento importante durante i quattro anni, anche se a questo mondiale fino adesso sono apparsi più appannati e al momento sono fuori dalla top 10 (sedicesimi). La nazionale Nacra italiana ha lavorato di squadra nelle acque di Trapani durante gli ultimi due inverni, alla ricerca di quelle condizioni varie per avere una preparazione all round, anche in particolare con onda importante come quella che si potrebbe incontrare sul campo di Enoshima in Giappone la prossima estate, quando si andrà a caccia di una medaglia olimpica.

Mauro Giuffrè

GLI ALTRI ITALIANI IN REGATA AL MONDIALE

Segnali di ripresa per i campioni in carica Ruggero Tita e Caterina Banti (oggi 2-12-18), che risalgono al 16° posto e hanno ancora cinque prove a disposizione per entrare nella Medal Race e giocarsi le loro carte. Giornata opaca invece per Lorenzo Bressani e Cecilia Zorzi (oggi 17-17-17) che scivolano al 19° posto della classifica.
IN SILVER
Buona giornata per i giovani Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei (oggi 4-7-10) secondi nella classifica Silver e primi Under 23.

49er FX femminile (61 barche)
11 prove disputate, il punteggio considera 1 scarto della prova peggiore 

Le campionesse olimpiche Martine Grael e Kahena Kunze sempre in testa, ma si sono avvicinate a 11 punti riaprendo un po’ i giochi le olandesi Annemiek Bekkering e Annette Duetz, sempre terze le tedesche Tina Lutz e Susann Beucke. Scivolate all’8° posto le due ragazze di Singapore Lim e Low che sono state a lungo sul podio. Sensazione di Mondiale aperto ancora a qualche evoluzione, si aspetta uno squillo dalle kiwi Alex Maloney e Molly Meech, per ora none.

LE ITALIANE
IN GOLD
La classifica alla fine del primo giorno delle Finali FX vede al 20° posto Carlotta Omari e Matilda Distefano (oggi 9-23-15) che però rendono più in salita la rincorsa a uno dei sei posti per Tokyo rilasciati a questo Mondiale. Sono al momento l’ottava nazione e i punti da recuperare sono quasi 30. Ma ci sono ancora cinque manche e le condizioni almeno sabato 7 dovrebbero restare agevoli. Al 23° posto ci sono Alexandra Stalder e Silvia Speri (oggi meno bene: 21-25-22), al 25° Margherita Porro e Sveva Carraro (oggi 22-13-24). La rincorsa alla qualifica le coinvolge tutte.
IN SILVER
27° posto in generale per Francesca Bergamo e Alice Sinno con buone manche Silver (10-2-10), e 29° per Maria Ottavia Raggio e Jana Germani, anche meglio (4-8-2).

49er maschile (88 barche)
12 prove disputate, il punteggio considera 1 scarto della prova peggiore

Continua in testa il duello ravvicinato tra i tedeschi Heil e Ploessel (primi) e i kiwi Burling e Tuke (secondi, staccati di 9 punti), grande recupero al terzo posto per i francesi Lucas Rual e Emile Amoros. Sarà un Mondiale deciso in una Medal emozionante, perchè i distacchi sono sempre minimi, anche se mancano cinque regate prima della finalissima.

GLI ITALIANI
TUTTI IN SILVER
31° posto per Simone Ferrarese e Valerio Galati (oggi 16-23-5), 33° per Jacopo Plazzi e Giacomo Cavalli (oggi 5-6-16), e 38° Uberto Crivelli Visconti e Gian Marco Togni (oggi 21-24-2)., Vittorio e Maelle sembrano avere raggiunto quell’alchimia perfetta tra uomini e barca che li sta portando al top.

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi