developed and seo specialist Franco Danese

TECNICA Come ormeggiare sfruttando la corrente

Puoi salvare il Mediterraneo scegliendo il porto giusto
4 dicembre 2019
Equipaggio ideale contro equipaggio sgangherato (ovvero quando credi di poter vincere e invece le prendi)
4 dicembre 2019

corrente
Dopo avervi raccontato tutto quello che dovete sapere sugli effetti evolutivi della vostra elica e come sfruttarli quando si manovra in acque ristrette, con gli esperti di Beskilled vediamo come un potenziale problema per l’ormeggio – la corrente – può essere utilizzata a vostro vantaggio. (foto di Luciano Piazza)

COME SFRUTTARE LA CORRENTE PER ORMEGGIARE

La corrente, spesso presente nei bacini portuali con catway, è l’elemento primario che determinerà l’approccio e la gestione della vostra manovra.
Indipendentemente dalla sua intensità la corrente e il conseguente effetto di deriva insisterà su tutta l’opera viva per tutta la durata dell’ormeggio quindi la corrente comanderà sempre.

Non potendola compensare con l’effetto evolutivo dell’elica, potrete sfruttarla orientando le vostre appendici rispetto alla sua direzione, accostando con maggiore facilità. Ormeggiare all’inglese, ossia con la murata affiancata alla banchina, è la manovra più diffusa nei numerosi approdi allestiti lungo gli estuari dei fiumi e i porti canale della nostra penisola. Questa manovra viene percepita come più semplice rispetto all’accostata di poppa ma, nel caso di un fiume, sarà necessario aggiungere un nuovo elemento “la corrente”.

TANTA CORRENTE E POCO SPAZIO Procedete sempre contro corrente. Avvicinatevi all’altezza del posto barca, rallentando fino a fermarvi paralleli all’ormeggio. Ora accostate leggermente la prua verso la banchina per farvi spingere dalla corrente lateralmente. Lavorate di motore per mantenere costante l’allineamento con l’ormeggio
se la corrente cambia di intensità.

Il movimento dell’acqua rispetto al fondale può però essere trasformato in un valido aiuto attribuendogli la funzione che normalmente svolgono elica e bow thruster di prua. Il nostro obiettivo sarà dunque quello di riuscire a far traslare lateralmente la barca in modo da ormeggiarla in spazi anche molto ristretti.

La condizione necessaria dovrà essere sempre procedere contro corrente. Anche nel caso in cui si sia sopravanzato il posto barca e si debba tornare indietro, è sempre necessario riportarsi in direzione ad essa contraria.

La tecnica prevede di avvicinarsi all’altezza del posto barca, rallentando fino a fermarsi paralleli all’ormeggio. A questo punto sarà sufficiente accostare leggermente la prua verso la banchina per ottenere che la stessa corrente lavori sulle appendici e spinga la barca lateralmente. La corrente cambierà d’intensità, sarà quindi necessario lavorare di motore al fine mantenere costante l’allineamento con l’ormeggio.

Allo stesso tempo, sarà necessario che l’orientamento dello scafo rispetto al flusso della corrente sia tale da non aumentare essessivamente la velocità di traslazione verso il pontile.

CHI SONO I NOSTRI ESPERTI
Be Skilled è la scuola di formazione velica creata da Water Tribe (fondata da Simone Todeschini), specializzata in corsi di vela dall’alto contenuto tecnico per regatanti e aspiranti skipper, abilitata al rilascio delle certificazioni internazionali per il comando commerciale. Si tratta di uno dei pochissimi Training Center della Royal Yachting Association in Italia presso cui conseguire titoli quali Essential Navigation, Diesel Engine, GMDSS-SRC, Yachtmaster shorebased. www.beskilled.it

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI TECNICA, ACCESSORI & PRATICA

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi