VIDEO Così siamo fuggiti in windsurf dalla Germania dell’Est


Il 9 novembre del 1989, 30 anni fa esatti, cadeva il Muro di Berlino: oggi è il giorno giusto per raccontarvi la storia di una delle tante fughe rocambolesche dalla Germania dell’Est verso il mondo “capitalista”, prima della caduta del Muro. Siamo certi che ne avrete sentite parecchie.
Gente che scavava tunnel sotterranei per passare sotto il Muro, che ha rubato aerei, che ha utilizzato complicati sistemi di carrucole.

IN WINDSURF VERSO LA LIBERTA’
La storia che a noi interessa risale al 1986 ed è davvero incredibile. I protagonisti sono Karsten Klünder e Dirk Deckert: due amici che decisero di fuggire dalla Repubblica Democratica Tedesca in… windsurf, giocandosi la vita nel freddo del mar Baltico. I due partirono dalle spiagge tedesche, diretti verso la Danimarca, l’alba del 24 novembre (per evitare la guardia costiera comunista), con 30 nodi d’aria, a bordo di due tavole che si erano autocostruiti basandosi sulle indicazioni di una rivista di vela clandestina proveniente dalla Germania Ovest, con mute di neoprene (materiale difficilissimo da trovare in DDR) caserecce.

I surfisti fino ad allora avevano navigato solo in acque interne della DDR perché il mare faceva confine e non vi si poteva navigare.

Klünder riuscì al primo colpo, navigando per 70 chilometri sospinto dal vento, tra Hiddensee l’isola di Møn, approdando sulle coste danesi. Deckert una volta uscito dovette rientrare perché nella sua stagna entrava acqua. Ci riprovò la notte seguente, venendo recuperato sei ore dopo mezzo congelato da un peschereccio – per sua fortuna – danese. Intervistato di recente, ha dichiarato: “Se avessi saputo che il Muro sarebbe caduto dopo soli tre anni, forse non lo avrei mai fatto”. 

IL SERVIZIO DE “LA GRANDE STORIA” SULLA STORIA DEI DUE SURFISTI

 

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

5 idee regalo di Natale per appassionati di nautica

Regali di Natale: 5 idee perfette per chi va in barca

  In cerca di regali di Natale da fare ad un appassionato di nautica? Abbiamo la soluzione per te, anzi cinque soluzioni, direttamente direttamente dallo stand di Indemar – distributore italiano di componenti e accessori nautici – alla Milano Yachting Week. Ecco

Torna su