developed and seo specialist Franco Danese

Queste barche usate possono vincere in regata. TERZA PARTE

Incontra i campioni mondiali di vela paralimpica all’Acquario di Milano
6 novembre 2019
TECNICA Come cavarsela in 5 mosse con vento forte
6 novembre 2019

Dopo la prima (leggila QUI) e la seconda puntata (leggila QUI), torniamo a parlare di barche usate che possano avere successo in regata. Questa volta saliamo di fascia andando ad esplorare il mondo oltre i 12 metri, andando a vedere anche un modello di recente costruzione.

FIRST 40.7

Un classico senza tempo firmato da Bruce Farr, una delle barche più riuscite di Beneteau. Prodotta dal 1994 al 2002, una barca nata in epoca tardo IMS  che ha continuato a vincere anche in ORC, si tra le boe che in altura. Velocissima con vento leggero, efficiente con vento medio-forte, una carena non planante ma capace di adattarsi alle condizioni più disparate. Ancora oggi è una barca che non ha perso il vizietto della vittoria, e può essere usata con successo anche in crociera.

Occorre prestare attenzione ad alcune cose quando si cerca un 40.7 usato: ne veniva prodotta una versione con albero a 2 crocette e pescaggio ridotto, per l’uso in regata va ricercata quella con tre crocette e il pescaggio profondo, stando attenti anche ai modelli che sono stati usati per il charter e potrebbero essere molto sfruttati. I modelli vincenti molto spesso montavano un timone differente rispetto all’originale. QUOTAZIONE USATO 1998-2000: 65.000-80.000

Swan 42

Una barca vincente per tutte le stagioni, e per tutte le regate, firmato da German Frers. Il Club Swan 42 fa parte della linea da regata di Nautor’s Swan. Lanciato nel 2006, il Club Swan 42 è rimasto in produzione fino al 2013 ed è stato prodotto in oltre 50 esemplari. Offre ancora un buon circuito di regate in monotipo organizzate da Nautor’s, ma in ORC o in IRC, in altura o tra le boe, è ancora la barca che spesso risulta imbattibile. Veloce con poco vento, accenna le planate con brezza forte. Una vera chicca anche se il prezzo resta decisamente alto. QUOTAZIONE USATO 2007-2010: 265.000-290.000 euro

JPK 11.80

I JPK, e l’11.80 in particolare (sorella maggiore del 10.80 che ha già vinto Fastnet e Middle) sono barche espressamente pensate per le regate offshore e la crociera molto sportiva, progetti concepiti per il regolamento IRC, disegnati da Jacques Valer – uno dei grandi interpreti del mondo IRC – ma con caratteristiche generalmente all round. Baglio massimo pronunciato, quello dell’11.80 è di 3,95 mt, e arretrato per avere potenza e stabilità nei laschi con vento forte e onda. Leggero spigolo a poppa, che termina molto prima di mezza nave, per navigare al meglio di bolina con molto vento, ma volumi anteriori fini e rotondi per non essere penalizzati nel vento leggero. Una vera macchina da regate d’altura. QUOTAZIONE USATO 2017: superiore ai 270.000 euro.

COOKSON 50

CANTANKEROUS,ITA 16133,Type: COOKSON 50,Owner: Germana Tognella,Skipper: Gabriele Bruni

Una macchina da guerra pensata per le regate d’altura IRC che negli ultimi anni ha avuto successo anche tra le boe in ORC. Dotata di chiglia basculante e daggerboard, progetto Farr e garanzia di qualità costruttiva della Cookson Boat. Anche se non è una barca recente, il progetto risale agli inizzi degli anni 2000, è ancora una garanzia di successo e di performance. Le uniche ottimizzazioni necessarie sono quelle del piano velico in base alle regate che si affrontano: IRC o ORC, tra le boe o in altura. Le quotazioni dell’usato restano alte. QUOTAZIONE USATO ANNI 2004-2005: superiori ai 350.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi