developed and seo specialist Franco Danese

Calma e sangue freddo: Beccaria è in testa alla Mini Transat

Da lago di Garda al paradiso brasiliano (in regata con Umberto Felci)
4 novembre 2019
Basta cimiteri di barche! La soluzione ci sarebbe: sono gli incentivi alla rottamazione
5 novembre 2019

SERIE 943 / Ambrogio BECCARIA

Difficile immaginare un inizio di seconda tappa della Mini Transat (leggi QUI la nostra presentazione) migliore di questo per Ambrogio Beccaria e il Pogo 3 Geomag. Lo skipper italiano, già vincitore della prima tappa, è andato in testa tra i Serie subito dopo lo start da Gran Canaria.

Dopo aver fatto rotta sud per le prime 24 ore, Beccaria ha strambato in pieno Aliseo, navigando costantemente qualche decimo più veloce rispetto ai suoi diretti concorrenti. Adesso Ambrogio sta navigando mure a dritta in avvicinamento alla rotta ortodomica, nelle prossime ore dovrebbe sentire una graduale diminuzione dell’intensità del vento, con rotazione verso est. Probabile quindi che Geomag torni a strambare navigando mure a sinistra in direzione sudovest, e questo gioco potrebbe proseguire anche nei prossimi giorni, alla ricerca di un equilibrio tra avvicinamento verso l’arrivo, distante ancora 2200 miglia, e posizionamento nel flusso migliore di Aliseo. Il dettaglio sorprendente è che in questo momento Ambrogio è addirittura davanti al primo dei prototipi.

La posizione di Beccaria

Sono da tenere d’occhio due concorrenti diretti, giunti al secondo e al terzo posto nella prima tappa: Beccaria vanta un’ora e 43 minuti di vantaggio su Felix De Navacelle, due ore e 40 su Matthieu Vincent, ma attualmente i due sono rispettivamente in decima e dodicesima posizione, staccati di 78 e 81 miglia.

La posizione di Felix de Navacelle

Non preoccupa la posizione di Vincent, che naviga quasi in linea con Beccaria, da monitorare invece quella di De Navacelle, che sta facendo un lungo bordo verso sud creando una notevole separazione laterale rispetto all’italiano. Una scelta tattica che andrà valutata nelle prossime 48 ore.

Da segnalare l’ottimo quinto posto provvisorio di Matteo Sericano tra i proto (Sericano però ha 24 ore di penalità per avere imbarcato a Las Palmas uno spinnaker medio non registrato dalla prima tappa, avendo rotto la vela originale). Sempre trai proto Luca Rosetti è 16mo. Daniele Nanni 27mo tra i serie, Marco Buonanni 34mo, Alessio Campriani 50mo, Luigi Dubini 56mo.

Tracking QUI

Mauro Giuffrè

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi