developed and seo specialist Franco Danese

I campioni delle regate sono loro: da Marsiglia all’Oceano, passando per Valencia

Le Repubbliche Marinare adesso si sfidano… sui Meteor!
28 ottobre 2019
C’è una barca mitica che regata (e vince) in alto Adriatico
29 ottobre 2019

Torna la nostra rubrica dedicata alle regate della settimana, ma questa volta usciremo dai confini nazionali per andare a Marsiglia, a Valencia e….in Oceano. Parleremo di vela giovanile, con il mondiale Nacra 15 di Marsiglia, poi voleremo a Valencia dove si sono disputati i Mondiali Melges 32 e poi faremo un salto in Oceano dove c’è un “vecchietto” di nome Francis Joyon che sul suo trimarano idec Sport sta andando a caccia di un altro record.

MONDIALE NACRA 15

The 49th edition of the Youth Sailing World Championships will see over 400 sailors from 66 nations. Gdynia, Poland is hosting the 2019 Youth Worlds from 13-20 July 2019.

Buone notizie da Marsiglia dove si sono svolti i Mondiali della Classe Nacra 15, Andrea Spagnolli (FV Malcesine) e Alice Cialfi (CV Ventotene) chiudono la settimana con il bronzo assoluto e la medaglia d’argento Under 19 al collo. 

Siamo molto contenti per come è andato il campionato perché abbiamo affrontato giornate con condizioni ogni giorno diverse – racconta Andrea Spagnolli da Marsiglia. Fin dal primo giorno siamo stati in terza posizione, il nostro obbiettivo era centrare una medaglia e siamo molto felici anche perché non è stato affatto semplice, gli avversari si sono dimostrati molto forti e nessuno sbagliava mettendoci a dura prova ma grazie a una grande velocità e una buona tattica siamo riusciti a centrare il nostro obbiettivo.”

Il commento delle prodiera Alice Cialfi:Per me è stato un campionato molto positivo dove abbiamo avuto molti buoni spunti e abbiamo fatto tante cose bene anche se qualcosa abbiamo sbagliato, siamo contenti di come siamo riusciti a finire e di aver raggiunto l’obbiettivo che ci eravamo prefissati.”

Il campionato mondiale appena concluso ha visto 80 equipaggi provenienti da 17 nazioni sulla linea di partenza e le condizioni meteo dello Stade Nautique du Roucas Blanc davanti a Marsiglia sono passate da vento medio forte nei primi giorni a vento medio leggero e leggero nelle ultime prove. Un campionato completo con la squadra azzurra che ha ben figurato portando tre equipaggi nelle prime venti posizioni; Carlo Centrone con Diana Passoni (CV 3V) chiudono al 17esimo posto e Nicolò Atzori con Roberta Cerciello (CV Windsurfing Club Cagliari) sono 18esimi.
Medaglia d’oro per i figli d’arte Ruben e Rita Booth (AUS) e argento per i tedeschi Jesse Lindstadt e Lisa Rausch.

MONDIALE MELGES 32

La Pericolosa

La Pericolosa dell’armatore e timoniere tedesco Christian Schwoerer è il nuovo Campione del Mondo Melges 32 dopo una lunga “partita” di quattro giorni giocata tutta nel vento leggero offerto dal campo di regata di Valencia. La Pericolosa completa così l’opera iniziata lo scorso venerdì quando il team tedesco, con il britannico Nick Asher alla tattica, ha dato vita ad un vero e proprio “show”: nelle prime cinque prove disputate prima del match finale non era mai uscita dai primi cinque a livello di propri parziali.

Calvi Network

L’argento in questa sfida iridata va al collo dell’equipaggio italiano di Calvi Network di Carlo Alberini in un mondiale che per questo team è stato in costante ascesa fino a portarsi nel finale alle spalle del nuovo Campione del Mondo con quattro punti di margine; stesso distacco del norvegese Pippa di Lasse Pettersson (con Simone Ferrarese alla tattica) che sale sul terzo gradino del podio. Quarto e quinto posto rispettivamente per il tedesco Wilma di Fritz Homann e per Caipirinha.

RECORD MAURITIUS ROUTE

LA TRINITE SUR MER, FRANCE – OCTOBER 19: IDEC Sport maxi trimaran French skipper Francis Joyon begins his Asian Tour with “La Mauricienne” record breaking attempt from Port Louis, South Brittany, to Port Louis, Mauritius, on October 19, 2019, in La Trinite sur Mer, France. (Photo by Martin Coudriet/Alea)

Ma cosa sta combinando Francis Joyon, 62enne, con il suo trimarano Idec Sport, lo stesso son il quale aveva vinto in solitaria la Route du Rhum? Sta provando un nuovo record, da Port Louis (Bretagna) a Port Louis (Mauritius). Ma chi deve battere? Se stesso. Il tempo di riferimento è infatti quello fatto segnare proprio da Joyon nel 2009 con il tempo di 26 giorni, 4 ore 3 13 minuti. Partito il 19 ottobre, dovrà arrivare a destinazione entro il 14 novembre alle 13.24 UTC. Al momento Joyon è da poco entrato nell’emisfero sud in Atlantico, ed ha un vantaggio abbastanza ridotto sul tempo di riferimento, appena 39 miglia. CLICCA QUI PER SEGUIRE LA SUA ROTTA

 

LA CINQUANTA

E infine ritorniamo in acque italiane, in Adriatico in particolare. La Cinquanta 2019 organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita in collaborazione con Cantina Colli del Soligo, Antal, Astra Yacht, Darsena dell’Orologio e Marina 4 su percorso Caorle-Lignano-Grado e ritorno, è stata caratterizzata da venti prevalentemente a regime di brezza, da un cielo sempre sereno e temperature gradevoli, con tramonti e albe da cartolina. Lungo il percorso costiero, che si è rivelato accessibile a tutte le sessanta imbarcazioni dai 6 ai 25 metri, tecnico e non scontato grazie alla conformazione della costa con le correnti in prossimità dei fiumi e la flotta sempre a vista, non sono mancati sorpassi, match-race e sorprese nelle classifiche finali.  La prima imbarcazione assoluta e della categoria XTutti a tagliare il traguardo è stata New Zealand Endeavour, storico ketch vincitore nel 1993–94 alla Whitbread Round the World Race, giunta alle 18.34 di sabato 26 ottobre, dopo circa 9 ore e 30 minuti dalla partenza. Line Honour X2 a Città di Grisolera, Felci 45 di Franco Daniele/Cesare Bressan, secondi assoluti al traguardo. 

Le classifiche in tempo compensato ORC XTutti consegnano la vittoria assoluta a Cattiva Compagnia di Marco Ziliottotimonata da Roberto Scardellato, seconda piazza per Super Atax di Marco Bertozzi e terza per Mordilla, Farr 30 di Stocco-Boffo.
Nella ORCX2 netta vittoria per Sonia, GS40R di Gianluca Celeprin/Enrico Stievano, seguiti dai sempre aggueriti “demoni” Nicola Borgatello/Daniele Lombardo su Demon-X e da Mr. Hyde di Marco Rusticali/Riccardo Rossi.
 
La vittoria assoluta del Trofeo Caorle, al meglio di almeno tre prove nel calendario d’altura CNSM che comprende La Ottanta, La Duecento e La Cinquecento Trofeo Pellegrini, è andata quest’anno nella categoria X2 a Skip Intro di Marco Romano in coppia con Paolo Favaro, che raggiunge così l’ultima consacrazione di stagione dopo la vittoria al Campionato Italiano Offshore.
Il Trofeo Caorle XTutti conferma il talento del gruppo guidato da “Capitan” Marco Bertozzi, che vince con il suo IOR Super Atax e si conferma tra i maggiori conoscitori delle acque alto-adriatiche.

 

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi