developed and seo specialist Franco Danese

Le dimissioni del CEO più contestato di sempre: Andy Hunt saluta World Sailing

BARCHE USATE Tre occasioni imperdibili sotto i 20.000 euro
25 ottobre 2019
Transat Jacques Vabre, si parte! Sarà la Transatlantica (sui foil) più veloce di sempre?
27 ottobre 2019

Il CEO di World Sailig, la Federvela mondiale, Andy Hunt ha annunciato le sue dimissioni  per la fine del 2019. Il 55enne inglese era in carica dal 2016 in uno dei mandati più contestati di sempre.

Ricordiamo infatti che Hunt, manager attivo professionalmente da sempre nel mondo dello sport, non è un velista e non possiede alcun background velico. La sua visione era quella di trasformare la vela, quella olimpica in particolare, in uno sport più appetibile per media, sponsor e tv. Gli esiti di quest’operazione sono stati molto controversi e hanno diviso la comunità velica internazionale.

L’uscita del Finn da Parigi 2024, la messa in discussione di classi storiche come il Laser o il windsurf, l’introduzione del kite surf foil e della barca offshore, ma anche la causa dell’antitrust contro World Sailing sui monopoli (leggi QUI) in molte classi e la crisi finanziaria in cui verserebbe la federazione. La gestione di Hunt, e del Presidente Kim Kim Andersen, insomma ha avuto non poche fasi critiche ma quella che in generale ha sorpreso di più è stata  la tendenza a prendere decisioni poco condivise con la base del movimento velico e quindi dei suoi praticanti.

Nel nome di una vela più moderna e “commerciale”, il rischio è quello di vedere snaturare le caratteristiche del nostro sport (vedasi per esempio le regate olimpiche negli “stadi” sotto costa anche con il rischio di piazzare i campi di regata in zone pessime dal punto di vista del vento, come fu per i Nacra a Rio 2016).

Non sono certo esclusive colpe di Andy Hunt. In generale World Sailing sembra a tratti una federazione “elefantesca” e poco collegata al resto del mondo velico. Sicuramente la vela, senza che sia necessario l’intervento di alcuna federazione, ha già tanti spunti di sviluppo che guardano al futuro e la rendono potenzialmente molto appetibile. Occorre la capacità di coglierli da parte di chi arriverà dopo Hunt e Andersen.

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi