L’Optimist 2.0 si chiama Primus e viene dall’Ungheria

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

Il nostro servizio su due puntate (leggile QUI e QUI) dedicate al mondo dell’Optimist e ai suoi concorrenti ha fatto discutere non poco, tra commenti sul nostro sito e sui social. Abbiamo ricevuto anche un’email da parte del velista e designer ungherese David Bereczki, il quale ci ha segnalato una barca di sua progettazione, il Primus. Il progetto, one design, è nato nel 2013-2014 e in questi anni è stato sottoposto a una serie di aggiornamenti di design e vari test con allenatori e velisti e adesso è pronto al lancio su scala internazionale per il 2020.

Una barca interessante, che si richiama all’Optimist ma ne attualizza e migliora alcuni decisivi dettagli. La prua diventa tonda, una sorta di semi scow, cosa che migliorerà la conduzione in poppa con vento e onda. La poppa resta con spigolo, con il timone appeso, ma lo spigolo si spegne poi verso prua. Il pozzetto è auto svuotante, superando così uno dei grandi punti deboli dell’Optimist, il sistema della deriva invece ricorda quella dell’Optimist. La vela è radiale e triangolare

L’obiettivo è quello per il 2020 di creare una classe su scala internazionale, ma non ci sarà nessun cantiere monopolista, anzi la selezione di cantieri costruttori è aperta anche all’Italia. La fornitura di parti di ricambio è una questione importante per una One Design Class. Dal 2020, Optiparts Marine Equipment sarà il distributore esclusivo dei Primus One Design Racing Equipment (albero, vele e appendici).

Questo il commento del progettista David Bereczki: “Il mio obiettivo era quello di costruire una barca moderna da ogni punto di vista, per i principianti, una deriva perfetta per la scuola. Per un bambino di 8 anni e anche per due bambini è comoda e offre un’esperienza di regata accessibile e leale, mentre l’esterno dovrebbe essere alla moda e accattivante. La costruzione vuole essere semplice ed economica. La Primus soddisfa secondo noi tutti questi criteri. Come barca da allenamento, il Primus è stabile, sicuro e facile da maneggiare. La nostra politica aziendale è quella di dare la possibilità di dare ai produttori dell’Optimist e di altre derive la possibilità diventare nostri partner. Primus può diventare una vera alternativa all’Optimist. Ed è una barca strettamente One Design: tutti i set di stampi sono gli stessi per tutti i produttori. Come l’Optimist, il manuale del costruttore consente tolleranze minime, ma gli stampi sono gli stessi. Le attrezzature Primus Racing non possono essere aggiornate, tutte i longheroni, le vele, le derive saranno uguali“.

 

 

 

 

 

www.primusclass.org


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Torna su