Bentornata Henri Lloyd: il marchio storico di abbigliamento di nuovo in pista

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Lo si vede dalla nuova linea Fremantle, caratterizzata da colori esuberanti, che Henri Lloyd è tornata e ha decisamente cambiato registro.

DIFFICOLTA’ SUPERATE
Lo storico marchio di abbigliamento per la barca era finito in amministrazione controllata all’inizio dello scorso giugno, dopo un periodo di crisi dovuto alla gestione dei vari negozi della società, culminato con tanti licenziamenti. Ma il brand, noto in tutto il mondo, non aveva faticato a trovare un nuovo acquirente: il gruppo svedese Aligro, che nel marzo precedente aveva già acquistato alcuni diritti sul marchio.

LA LINEA FREMANTLE
E ora, dicevamo, Henri Lloyd è ripartita alla grande: la linea Fremantle, una collezione a edizione limitata, è ispirata alla mitica vittoria di Dennis Conner all’America’s Cup del 1987 su Stars & Stripes, che riportò la Coppa negli USA (nel 1983, dopo 132 anni di dominio statunitense l’avevano vinta gli australiani): allora, l’equipaggio vestiva Henri Lloyd.

Per quanto riguarda cerate e salopette, si tratta di capi in assoluta qualità in Gore-Tex Pro (con finiture in nylon e velcro), studiati per garantire la migliore ergonomia. Questo giustifica il prezzo: la giacca costa 980 euro, la salopette 780.

QUI TROVATE TUTTE LE INFO SULLA NUOVA LINEA

QUI TUTTE LE OFFERTE SPECIALI SUI VECCHI PRODOTTI

Per l’Italia, il riferimento è Riccardo Colla si occupa della gestione della filiale Henri Lloyd Southern Europe (riccardo.colla@henrilloyd.com, +393471382852)

UN MARCHIO ICONICO
Fondato a Manchester nel 1963 dall’ex-soldato polacco naturalizzato britannico Henri Strzelecki e da Angus Lloyd, il marchio Henri Lloyd era arrivato a possedere 40 negozi tra Regno Unito, Australia, in Medio Oriente ed Europa.

Henri Lloyd è stato il pioniere dell’uso di nuove tecnologie e tessuti come il Bri-Nylon nelle sue prime linee di abbigliamento. Vestivano Henri Lloyd Francis Chichester, nel suo giro del mondo del 1966/67, e Robin Knox-Johnston al Golden Globe del 1969, solo per citare alcuni nomi.

Tra le innovazioni del brand ci sono le prime cerniere in nylon anti-corrosione, l’introduzione di chiusure in velcro nei capi impermeabili, la nastratura manuale delle cuciture come alternativa alla verniciatura e l’incorporazione dell’impermeabilizzazione in Gore-Tex. L’uso del solo Gore-Tex è stato testato in mare per oltre 22.000 ore in tutto il mondo prima di essere venduto per la prima volta ai clienti di Henri Lloyd nel 1994.

Fonte immagine: http://80scasualsblog.blogspot.com

Il marchio è diventato famoso anche nel mondo della moda grazie ai “paninari” milanesi, che vestivano la Consort Jacket di henri Lloyd come parte della loro uniforme insieme ai jeans Levi’s 501 e agli stivali Timberland.

E.R.

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI TECNICA, ACCESSORI & PRATICA

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Piccoli ma comodi: i Maxus arrivano in Italia con Barcando

Un’interessante novità sta per arrivare sul mercato italiano, dedicata ai diportisti amanti delle piccole barche a vela e a chi le cerca con queste caratteristiche anche per il charter. In un modo della cantieristica dominato dalle barche sopra i 12

Registrati



Accedi