developed and seo specialist Franco Danese

Così Parà trasformerà i rifiuti di tessuti acrilici in un nuovo tessuto

Ecco quali sono le dieci più comuni cause di incidenti in barca
9 ottobre 2019
Verso la Barcolana: sarà una sfida a quattro e attenzione alle ragazze
9 ottobre 2019

Scelte industriali consapevoli e nel pieno rispetto dell’ambiente, sostenibilità ambientale, preservazione delle risorse naturali, responsabilità nei confronti delle generazioni attuali e future….argomenti sempre più attuali ma da sempre presenti nella filosofia di Parà, che da tre generazioni produce tessuti di pregio estetico e di altaqualità tecnica utilizzati per la protezione solare, l’arredamento di interni ed esterni e la nautica.

Parà farà parte del progetto REACT, un progetto facente parte del programma europeo Horizon 2020 e che si occuperà della gestione dei rifiuti di tessuti acrilici provenienti da tende e arredi per esterni.

Un percorso che durerà 36 mesi e che porterà all’ottenimento di un tessuto riciclato dove tutte le sostanze precedentemente depositate, come finissaggi o sporco dovuto all’esposizione, saranno smaltite in modo del tutto sostenibile.

L’obiettivo finale sarà quello di ridurre l’impatto ambientale dei tessuti acrilici provenienti dai settori della protezione solare e dell’arredamento outdoor riducendo conseguentemente i volumi di rifiuti destinati alla discarica.

Per massimizzare l’impatto dei risultati saranno prodotte raccomandazioni sull’implementazione della catena di produzione (gestione e recupero degli scarti di produzione), sulla progettazione e produzione di materiali per migliorare la riciclabilità e raccomandazioni per il trasferimento della tecnologia (trasferimento di conoscenze ad altri prodotti e applicazioni) e degli standard da applicare.

Per le attività principali del progetto, la ricerca sulla rimozione e la gestione di sostanze dai rifiuti tessili acrilici, saranno coinvolti importanti centri di ricerca internazionali mentre per affrontare l’intero processo di riciclaggio dei rifiuti tessili acrilici, dal recupero alla rilavorazione e alla nuova produzione tessile saranno coinvolte importanti realtà industriali europee.

A Parà sarà affidata la realizzazione di importanti fasi del progetto quali la classificazione di tutti i cascami lavorabili, la messa a punto di un sistema di recupero e la lavorazione degli stessi. Martel supporterà l’intero consorzio per le attività di comunicazione, diffusione e sfruttamento, grazie alla sua vasta esperienza nella divulgazione dei risultati di progetti di ricerca internazionali. www.para.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi