SPECIALE GENOVA – Perché avere a bordo il sistema di navigazione Acqualink

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Al Salone di Genova abbiamo avuo l’opportunità di parlare con Alessandro Rizzo, Head of Sales & Marketing di veratron, che ci ha svelato tutti i segreti del sistema di navigazione VDO Marine Acqualink. Ecco in video, il sistema spiegato in modo chiaro e semplice.

VIDEO – UN SISTEMA DI NAVIGAZIONE AFFIDABILE E INDISTRUTTIBILE

IL RITORNO DI VDO MARINE

Negli ultimi anni VDO Marine, lo storico marchio ora sviluppato, prodotto e distribuito dalla svizzera veratron, è tornato alla ribalta. Tra i tanti strumenti sviluppati dall’azienda (dal look analogico o digitale) gli ultimi, in ordine di tempo, sono quelli della gamma OceanLink. Gamma che comprende tutti gli strumenti ad alta precisione utili alla navigazione a vela.

vdo marine
VISIBILITA’ MASSIMA I display a colori NMEA 2000 AcquaLink A2C59501997 si autoconfigurano come display all’albero se usati con altri sistemi non prodotti da VDO Marine.

 

UN “PARTERRE DE ROI” DI STRUMENTI

IL “CUORE” DEL KIT NAVIGAZIONE Il NavSensors A2C59501981 NMEA 2000 integra bussola magnetica, modulo GPS da 10 Hz, accelerometro a tre assi stazione meteo (temperatura e pressione dell’aria).
SENSIBILE E PRECISO Il preciso sensore del vento in carbonio VDO Marine A2C1029570002 NMEA 2000 garantisce la compatibilità con l’elettronica di bordo.

La stazione del vento, lo strumento che misura la velocità GPS, quello che indica velocità reale e apparente del vento, quello che ne mostra la direzione. Caratterizzata da cablaggi e terminali NMEA2000 e un sensore bussola ultraleggero, vi consentirà di avere sott’occhio ogni dato della barca.

Tra gli altri prodotti interessanti, a noi sono piaciuti particolarmente i display multifunzione TFT AcquaLink 7 pollici a 24 bit / 16 milioni di colori con schermo in vetro minerale che si avvalgono della tecnologia a strato trasmissivo per garantire una leggibilità ottima sotto la luce diretta del sole. I display sono completamente personalizzabili. Potrete decidere a vostro piacimento i dati da mostrare, la loro colorazione e quali dovranno essere visualizzati più grandi.

Questi avanzati multifunzione possono funzionare anche come ripetitori singoli a piede d’albero. Il loro case in alluminio (con trattamento antigalvanico, specifico per un utilizzo nautico) ne impedisce il surriscaldamento. Pochi sanno infatti che gli schermi a LED diminuiscono le loro prestazioni se scaldano troppo. www.veratron.com

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI TECNICA, ACCESSORI & PRATICA

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Navigare al lasco: la soluzione del Parasailor, facile ed efficace

Nei primi due approfondimenti dedicati alla tecnica della navigazione al lasco abbiamo approfondito alcuni concetti fondamentali: la tecnica migliore di conduzione, le caratteristiche delle vele da andature portanti e i loro angoli e intensità di vento d’utilizzo.  Abbiamo volutamente lasciato

Registrati



Accedi