“Sarà come una Aston Martin”: Italia Yachts presenta il nuovo 14.98

“Quando dentro il nostro team ci siamo chiesti che paragone automobilistico potesse essere adatto alla nuova barca che stiamo per presentare abbiamo pensato alle Aston Martin. Una barca con un grande stile, che saprà esprimere le prestazioni tipiche di questo cantiere ma senza essere troppo “aggressiva” o iper moderna, mantenendo il fascino del marchio pur con delle assolute novità”. Maurizio Cossutti del Cossutti Yacht Design ha presentato così, al Cannes Yachting Festival, l’Italia Yachts 14.98 che verrà lanciata nell’estate del 2020.

“Mantenere un equilibrio tra le prestazioni delle barca, le innovazioni, lo stile, e un incremento nel posizionamento del brand non è un’operazione facile, è un’equazione complessa, ma è quello che stiamo facendo con il lancio di questa nuova barca”, ha raccontato il CEO di Italia Yachts Francesco Pisciotta. 

Il cantiere italiano, dopo il successo (con la vittoria di un Mondiale ORC) dell’11.98, lancia una nuova barca, se vogliamo ancora più ambiziosa che punta a essere una sintesi dell’esperienza di Italia Yachts dalla sua nascita ad oggi: “Il 14.98 rappresenta la sintesi di tutto quello che è stato fatto, secondo noi è l’essenza di tutti i concetti sui quali abbiamo voluto investire, sull’importanza del marchio e l’evoluzione del nostro brand” ha spiegato Daniele De Tullio, Sales Manager del cantiere che ha uno sguardo sempre più attento all’evoluzione del prodotto. “Una barca che non si allontanerà da quello che è il nostro DNA, quindi funzionalità, performance ed eleganza della barca, stile e qualità degli interni “, precisa De Tullio.

“Vuole essere una barca con un rapporto volumetrico corretto”, ha spiegato Franco Corazza, fondatore del cantiere, “ripeteremo le versioni Fuoriserie e Bellissima che abbiamo provato con successo sull’11.98, la prima per gli sportivi ma senza perdere la comodità, la seconda che strizzerà l’occhio soprattutto per gli interni anche al mondo del lusso”.

La nuova barca riproporrà alcuni elementi della linea bluewater che ha contraddistinto la prima parte della storia del cantiere, con elementi che invece arrivano dai due modelli più sportivi (il 998 e l’11.98). Il tutto per portare sul mercato, con un prodotto nuovo e più completo, quella che è sempre stata l’idea di comfort del cantiere: ovvero che la comodità non è solo nei volumi, ma nel navigare bene e potere fare con efficienza e precisione tutte quelle cose che si fanno a bordo di una barca a vela.

www.italiayachts.it

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Swan 55

VIDEO Swan 55 (16m): il bluewater che sa cambiare pelle

Il Cannes Yachting Festival e il Salone Nautico di Genova sono due appuntamenti da non perdere per i cantieri del settore e tutti gli appassionati. La nostra redazione è andata a bordo delle ultime novità, una di queste è il nuovo Swan 55,

sostenibilità

L’abuso della parola sostenibilità nel mondo della nautica

Siamo usciti dai saloni nautici di Cannes e Genova ubriachi di sostenibilità. Sembra, quest’anno, la parola magica da inserire nella comunicazione di ogni cantiere. Va bene, è il tema del momento complice la situazione mondiale. Ma andiamoci piano a sbandierare

Torna su