Questo italiano ha girato il mondo su un First 40.7 usando la mano come sestante

Elio Somaschini
In questo video, l’italo-brasiliano Elio Samaschini (nato nel 1949 a Seregno, in Brianza) racconta il suo viaggio intorno al mondo, dal 2006 al 2013, senza l’uso di strumenti di navigazione.
Invece del sestante, il navigatore ha usato la mano per misurare la posizione delle stelle. In Brasile è già un mito.

INTORNO AL MONDO SENZA STRUMENTI

Il Crapun (Fonte immagine: Jornal do Oeste)

Prima fisico, poi imprenditore in Brasile, Elio Somaschini ha un passato prima sui windsurf e poi sull’Hobie Cat. La sua prima barca a vela è un 39 piedi su cui, ammette lui stesso, “ho fatto tutti i casini possibili. Mi sono arenato, ho navigato con troppa tela rischiando grosso”.

Poi ha l’occasione di acquistare il First 40.7 Crapun (che in dialetto milanese significa “testa dura”): è amore a prima vista e Somaschini decide di partire per un giro del mondo che è più di sette anni. “Navigare a vela trasforma la fisica in poesia”, ha detto.

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI CROCIERE & AVVENTURE


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Cape 31

Cape 31, il monotipo superveloce di Mills (9m) arriva in Italia

Sbarca in Italia un monotipo che all’estero, soprattutto in Inghilterra, sta riscuotendo un ottimo successo. Stiamo parlando del Cape 31 (9,55 x 3,05 m), disegnato da Mark Mills. Uno scafo veloce, divertente, marino, trasportabile via terra e di semplice gestione:

Torna su