developed and seo specialist Franco Danese

A noi il mare giapponese piace molto

Dalla carriera in Marina Militare a re dei dealer Lagoon
22 agosto 2019
TAG Heuer VELA Cup, il 14 settembre ci vediamo in barca a Lerici
23 agosto 2019

Ready Steady Tokyo Sailing 2019. Olympic Sailing Test Event ©JESUS RENEDO/SAILING ENERGY/WORLD SAILING
21 August, 2019.

Se il buongiorno si vede dal mattino le acque di Enoshima, dove si svolgeranno le Olimpiadi dibTokyo 2020, hanno proprio un bel colore azzurro, oro e d’argento. Ma noi velisti siamo scaramantici, e quindi ci limiteremo  a dire che la strada è si quella giusta, ma occorrerà scalare la montagna, quella olimpica, per raggiungere ciò che manca da troppo tempo.

Una medaglia d’oro e una d’argento conquistate dalla squadra azzurra al test event olimpico ad Enoshima, Giappone, Ready Steady Tokyo.

Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene) tornano a vincere, e dopo una settimana sempre in testa alla classifica dei Nacra 17, si confermano i migliori e vengono premiati con la medaglia d’oro; Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre) parte oggi in medal race degli RS:X quarto a pari punti con il terzo, e finisce secondo la prova finale a punteggio doppio e secondo overall, per lui è medaglia d’argento.

Ready Steady Tokyo Sailing 2019. Olympic Sailing Test Event ©JESUS RENEDO/SAILING ENERGY/WORLD SAILING
21 August, 2019.

“Una settimana fantastica iniziata bene e finita altrettanto – dichiarano Ruggero Tita e Caterina Banti – finalmente dopo un anno complicato siamo tornati vincenti. E’ stata una medal difficile, eravamo tutti molto vicini coi punti, in cinque ci giocavamo l’oro, ma ce l’abbiamo fatta noi e abbiamo al collo la medaglia d’oro! Questo era l’evento che più contava per noi per la stagione, era il nostro obiettivo e ce l’abbiamo fatta!!”

“E’ appena finita la settimana del test olimpico, evento su cui si basava molta della nostra preparazione per la stagione – dichiara un entusiasta Mattia Camboni – conquistare l’argento è un sogno che si avvera, una vittoria personale, costruita con tanto sacrificio e molti giorni di allenamento, per questo vorrei ringraziare per primo il mio allenatore Riccardo Belli dell’Isca che è stato veramente fondamentale negli ultimi anni, giorni e in questa settimana. Sono felice anche perché la medal race partiva molto aperta, eravamo tutti vicini con i punti e ogni scenario era possibile, quindi era molto psicologica. Un po’ di fortuna e moltissima voglia di vincere, ci hanno fatto conquistare la medaglia d’argento, sono super felice!”

Sul podio Nacra 17 con Tita e Banti, ci sono due equipaggi britannici, John Gimson e Anna Burnet, secondi, e Ben Saxton con Nicola Boniface, terzi; Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (GS Fiamme Azzurre/CC Aniene) sono secondi nella medal race e settimi in generale.
Con Camboni negli RS:X maschili, il campione è il cinese, Gao Mengfan, e la medaglia di bronzo va al polacco Piotr Myszka.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi