Cosa avere sulla tua barca e quanto costa

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

Quali sono gli accessori indispensabili per una crociera “bluewater”, il loro prezzo medio, dove investire al meglio i vostri quattrini.

La tabella delle spese medie per attrezzare
la propria barca per le lunghe navigazioni.

Navigare necesse est (navigare è necessario) diceva Gneo Pompeo, militare e politico romano dei tempi di Giulio Cesare: oggi il fenomeno di chi decide di lanciarsi in lunghe navigazioni è in crescita costante. Ma bisogna essere attrezzati al meglio: quali sono gli accessori che vi servono per una crociera “bluewater” e a quali bisogna dare priorità se si dispone di un budget limitato? Viene in nostro aiuto lo studio monumentale che i colleghi inglesi di Yachting World hanno realizzato utilizzando come campione le 258 imbarcazioni partecipanti alla scorsa ARC (traversata atlantica di 2.700 miglia, da Las Palmas di Gran Canaria a Santa Lucia, per barche da crociera): intervistando gli armatori, ne è venuta fuori una tabella costi suddivisa in spese di preparazione alla navigazione (e sicurezza: molti prodotti sono obbligatori se si vuole partecipare alla ARC), comfort a bordo, strumentazione elettronica e impianti.

I “RACCOMANDATI”

Si tratta ovviamente di valori indicativi e relativi all’acquisto di nuovi prodotti in un’ottica di navigazione sicura e confortevole senza compromessi: gli armatori intervistati hanno anche dato indicazioni su quello che secondo loro è indispensabile se volete mollare gli ormeggi per lungo tempo.

Come ad esempio dissalatori, sistemi satellitari, vele per la navigazione alle portanti (come la Parasailor) o per ariette (tipo Code O), dispositivi di sicurezza. Sempre secondo lo studio, i sistemi di energia “green”, stanno crescendo rispetto al tradizionale generatore diesel: idrogeneratori, pannelli solari e turbine eoliche, accoppiate a un ampio pacco batterie sono richiestissimi.

L’ombra a bordo e la protezione dagli spruzzi sono altri fattori importanti da tenere in considerazione quando si vuole navigare tanto: bimini, tendalini, sprayhood avvolgenti vanno per la maggiore tra i “macinamiglia”. Soprattutto questi ultimi, consentono di vivere in modo più sicuro e sereno il pozzetto, che diventa così un “prolungamento” del quadrato sottocoperta.


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Cosa avere sulla tua barca e quanto costa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Torna su