developed and seo specialist Franco Danese

Questa volta parliamo di noi

GRAZIE RAGAZZI! Federica Contardi e Alessandro Cortese sul tetto d’Europa
1 luglio 2019
zf
Manovrabilità totale (a impatto zero sull’ambiente)
1 luglio 2019

Giornale della Vela
Quarantaquattro anni fa, nel luglio del 1975, usciva in edicola il primo numero de Il Giornale della Vela
. Lo pensarono, seduti in pozzetto a Sestri Levante, il giornalista Mario Oriani, ex direttore editoriale del Corriere della Sera, e Renato Minetto, imprenditore che aveva appena venduto la sua azienda a Carlo De Benedetti. Doveva essere un gioco per due cinquantenni che volevano continuare a lavorare ma volevano anche, finalmente, divertirsi. Andando in barca, naturalmente.

La prima storica copertina del Giornale della Vela

Fu un successo travolgente. Un formato enorme che gli edicolanti non sapevano dove mettere. Un prodotto editoriale che non copiava certo i tristi giornali di nautica generalisti ma si rifaceva ad esempi nobili di giornalismo “vero”.

CHE COS’E’ OGGI IL GIORNALE DELLA VELA

Oggi, a un anno dal compleanno dei 45 anni del Giornale della Vela (preparatevi a festeggiarlo con noi nel 2020) cos’è il Giornale della Vela? Cos’è per voi appassionati? Facciamo parlare i numeri. Oggi ogni mese il nostro e vostro giornale viene letto tra carta-web-e-mail-social da 350.000 lettori/utenti unici. E, sommando tutte le magiche interazioni del web, tocca 750.000 persone (totale audience in gergo tecnico).

Non male, ci diciamo da soli, per un universo che il World Sailing (la federazione mondiale della vela) stima in 1.200.000 praticanti la vela in Italia.

Sono lontani i tempi, erano gli anni ’80, in cui Mario Oriani, eccitato dall’avvento del fax che permetteva di inviare una specie di giornale senza spedirlo via posta, ideò “Il Giornale della Vela Fax” che veniva recapitato ogni settimana, di notte, via Fax appunto.

In redazione la mattina dell’invio del primo numero ricevemmo una telefonata da Francesco De Angelis, futuro timoniere di Luna Rossa. Credevamo ci dicesse “BRAVI!”. Invece ci rimproverò: “Ragazzi stanotte mi avete svegliato alle 3! Il fax continuava a suonare per avvisarmi dell’arrivo del vostro maledetto VELA Fax!”. Altri tempi, un altro mondo.

I NOSTRI “SEGRETI”

Come siamo riusciti a raggiungere questi numeri così importanti? Innanzitutto con l’impegno giornaliero, 365 giorni all’anno, rispettando la missione del nostro fondatore: “Cercate le notizie, pensate sempre cosa vorrebbe il vostro pubblico, non compiacetevi mentre scrivete, siate onesti. E arrivate prima degli altri”. Questo manifesto del giornalismo, universale e senza tempo, oggi non lo decliniamo più solo sulla nostra amata carta o su fogli A4 di un fax.

Grazie ad una redazione di giovani capaci utilizziamo tutte le piattaforme di comunicazione possibili: il giornale di carta e digitale ogni mese, 24 ore su 24 le news sul nostro sito (giornaledellavela.com) lo rilanciamo sulle nostre pagine Facebook (Giornale della Vela, GdV- Sailors United ) e Instagram (@giornaledellavela), ve lo recapitiamo nella vostra casella di posta con le nostre newsletter.

E, per non farci mancare nulla, ve lo mostriamo fisicamente organizzando il VELAFestival (www.velafestival.com e pagina Facebook) ogni anno, con sette tappe della festa della vela in mare, la Vela Cup (www.velacup.it e pagina facebook) e con Il Velista dell’Anno (velistadellanno.giornaledellavela.com) . Per ultimo, ma solo in ordine di tempo, con Medplastic (www.medplastic.org), vogliamo contribuire con voi alla salvezza del nostro mare, il Mediterraneo.

E se ci siamo dimenticati qualcosa che si può fare per soddisfare, ancora oggi dopo 44 anni, la passione per la pratica della vela, fatecelo sapere. Noi siamo qui.

SCOPRI TUTTE LE NEWS SULLE NOSTRE INIZIATIVE

1 Comment

  1. Antonio ha detto:

    I mitici primi numeri. Avevo 20 anni e sui primi numeri del giornale della vela c’erano gli inserti che insegnavano i nomi delle varie parti della barca a vela, le andature etc. e da lì è partita la passione per la vela che mi accompagna tuttora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.