developed and seo specialist Franco Danese

Il ritorno del mito: è tempo di Rolex Giraglia. VIDEO

Salviamo il nostro piccolo Oceano! Tutti a caccia di plastica domani!
7 giugno 2019
Dominio italiano al Mondiale ORC: tutti i vincitori. FOTO
9 giugno 2019

Che passione c’è in Italia per le regate d’altura. Appena finita la sbornia della 151 Miglia, ed è subito tempo di riprendere il mare per gli amanti delle regate lunghe, adesso tocca alla super classica, la Giraglia Rolex Cup. La regata organizzata dallo Yacht Club Italiano è ufficialmente iniziata con il prologo San Remo – Saint Tropez, una costiera di circa 60 miglia partita alla mezzanotte dalla città dei fiori, con 104 barche sulla linea di partenza.

A Saint Tropez si svolgeranno poi tre giorni di regate costiere, che come chi via ha partecipato sa, sono forse le regate più belle della Giraglia dato gli scenari dove si svolgono e le condizioni spesso ventose. Mercoledì 12 giugno sarà poi il momento della partenza della lunga, la giraglia vera e propria, che quest’anno oltre al solito passaggio dello scoglio in Corsica prevede l’arrivo a Monaco. Sono in totale 297 le barche iscritte.

La regata
Nata nel 1953 per collegare due nazioni da pochi anni uscite dal conflitto mondiale. La regata ‘Italo-Italienne’ è cresciuta con il passare degli anni, diventando testimone dell’evoluzione dello yachting e custode di quello spirto corinthian che l’ha sempre contraddistinta. La Rolex Giraglia, grazie alla collaborazione con Rolex si è evoluta in un evento che magnifica la vela grazie a un collaudato format che racchiude i valori tipici di questo sport.

Le Classi e i percorsi
La regata è aperta a tutte le imbarcazioni stazzate IRC o ORC/ORC Club con una lunghezza fuori tutto superiore ai 9,14 metri suddivise nei seguenti Gruppi: Gruppo 0 (ORC 0 e IRC 0), con lunghezza superiore ai 18,05 Metri; Gruppo A (ORC A e IRC A): Classi: 0 – 1 – 2; Gruppo B (ORC B e IRC B): Classi: 3 – 4 e Swan One-Design.
Per tutte le classi sono previsti percorsi a bastone nella baia di Saint Tropez e percorsi costieri non superiori alle 35 miglia.
Per il Gruppo 0 (Costiere St Tropez) previste un misto di costiere (1 costiera per giorno) e regate a bastone (2 bastoni, massimo due regate al giorno). Per Gruppo A e B previste un massimo di tre regate costiere.
Mentre per le flotte degli Swan One-Design previsti un massimo di 2 bastoni per giorno nei campi di regata posti davanti alle spiagge di Pampelonne.
Consistente e in crescita la flotta dei maxi e super yacht, con il primato di lunghezza che per il 2019 è assegnato al grande ketch Marie. Con i suoi 54 metri fuori tutto, questo scafo è il più grande che abbia mai partecipato alla Giraglia.
Sempre attivo il sostegno dell’IMA, l’Associazione Internazionale Maxi Yachts, che ha inserito la Rolex Giraglia all’interno dell’IMA Mediterranean Maxi Offshore Challenge.
Una partecipazione non soltanto formale: “Sono alla mia nona partecipazione – conferma il Presidente dell’IMA Benoît de Froidmont – ed è quasi superfluo sottolineare che sia la mia regata preferita; una combinazione perfetta tra le agguerrite regate costiere e la leggendaria prova d’altura. Nel mio ruolo, non posso che apprezzare la sinergia tra lo Yacht Club Italiano e la Societè Nautique de Saint Tropez che sono diventati, negli anni, tra gli attori principali delle regate dei maxi yacht nel Mediterraneo. Da velista – è armatore e skipper del velocissimo Wally 60 Walliñ– aspetto tutti in mare per questa magnifica settimana di sport“.
Numeri eccezionali anche per la Swan One Design Class (50′-45′-42′); anche in questo caso le prove costiere della Rolex Giraglia sono inserite come tappa del The Nations Trophy Med League. Queste le parole di Enrico Chieffi, Vice Presidente di Nautor Swan, a sottolineare l’importanza dell’evento: “Siamo entusiasti di prender parte alla Rolex Giraglia anche quest’anno insieme al nostro partner Rolex e agli amici dello Yacht Club Italiano, con i quali da anni condividiamo la stessa passione. Con circa 40 Swan, tra One Design e Blue water yachts, provenienti da 14 nazioni, vivremo sicuramente momenti memorabili all’insegna della competitività e divertimento.La scelta di Monte Carlo, poi, come ultima tappa dell’evento e dove assegneremo il ClubSwan Award al Best Placed Swan, da risalto all’eccezionalità dell’evento, che tocca i porti tra i più glamour del mondo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi