Mondiale ORC di Sibenik: è assalto italiano, si parte con la prova offshore

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

Tutto pronto in Croazia, a Sibenik, per il Mondiale ORC 2019 che oggi prenderà ufficialmente il via con la prova offshore. Le regate sono in programma fino a sabato 8 giugno, dopo la prova d’altura si proseguirà con le regate inshore tra le boe.

110 le imbarcazioni iscritte, 13 per il gruppo A, 47 per il gruppo B, 50 nel gruppo C, la presenza italiana è, come nelle attese, decisamente numerosa, ben 52 barche.

Nel gruppo A sono ben cinque le barche tricolore: il Grand Soleil 46 Luduan Reloaded di Giovanny Sylos Labini, lo Scuderia 50 Altair 3 di Sandro Paniccia (leggi QUI la sua storia), il Tp52 Hurakan Xio di Marco Serafini, l’Xp 44 WB Seven di Gianclaudio Bassetti, il Farr Ims 49 Brava di Francesco Pison, il Tp 52 Airis is Blue di Roberto Monti.

Nel gruppo B per l’Italia ci sarà l’Arya 415 Give me Five di Enrico D’Angelo, il First 40.7 Enribet di Mario Berlati, il GS 39 Sagola di Fausto Pierobon, lo Swan 42 Mela di Andrea Rossi, l’IMX 45 Kixmme di Tommaso Ronconi, il GS 42R Man di Riccardo Di Bartolomeo, il Solaris 36 Furietta di Giampaolo Fontana, il GS40 R Chebotta di Fabio Giaccaglia, lo Swan 42 Selene di Massimo De Campo, il First 40 2R Nel Vento di Roberto Reccanello, il First 40.7 Garbin 2 di Marco Sustersich, il Millennium 40 Vola Endeauvour di Stefano Novello, il Grand Soleil 43 Reve de Vie di Ermanno Galeati, l’M45 Horus di Nadia Canalaz, l’Arya 415 Mod Pazza Idea di Pierluigi Bresciani, il Grand Soleil 39 Morgan IV di Nicola De Gemmis, il First 40 Rebel di Manuel Constantin, il Farr 40 MP30 del Pierdomenico Sailing Team, il First 40.7 Tasmania di Antonio di Chiara, il GS 43 Blue Sky di Claudio Terrieri, l’Xp 44 Adrenalina di Bruno Bucciarelli, lo Swan 42 Digital Bravo di Alberto Franchi, l’X-40 Per Amore di Fabio Cosentino Pellegrino.

Nel gruppo C il tricolore sventolerà a poppa dell’Italia Yachts 11.98 Scugnizza di Vincenzo De Blasio, barca all’esordio stagionale (Leggi QUI la nostra prova), ci sarà poi l’X-35 X-Be di Alberto Borroni, il Palvit 37 Sibilia di Vittorio Palmieri, l’IMX 38 Cosixty di Stefano Cossiri, l’M34 Interceptor di Luca Mosca, l’X-35 Demon X di Lombardo/Borgatello, il Dufur 34 Sololei di Stefano Vidoni, il Dufpur 34 Mod Northern Light di Fabio Bignolini, il Farr 30 Team Andestalken di Daniele Fornari, il Farr 30 Trenta 63 di Bocchini/Percetti/Gunsch, il Bonin 358 Sound of Silence di Antonio Dibari, l’M37 Ottavo Peccato di Francesco Manno, l’X-35 Moxie di Paolo Bonsignore, il First 36.7 Stranagente, il GS 37 Mia di Alessandro Nicosia Pigliapoco,  l’IY 998 Lady Dai di Corrado Annis, il J99 Folgore di Piero Paniccia, il Cobra 33 Kundalini di Roberto Randazzo, il Farr 30 Mas Que Nada di Federico Aristo, l’X-35 Mimosa di Giulio Tarabocchia, l’M37 Escandalo di Di Blasi/Penello, il Neo 350 Neomania di Enrico Mauro, l’X-35 Extrema di Casali/Bedeschi/Bazzini/De Zerbi, l’IY 998 Take a Five Jr di Brenno Dal Pont.

www.orcworlds2019.com

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Ecco come funziona la prima barca a vela a idrogeno

Lo skipper britannico Phil Sharp ha di recente presentato il suo nuovo Imoca “OceansLab”, la prima barca a vela da regata che integra un sistema di energia elettrica a idrogeno. E con questa tecnologia “green” parteciperà al Vendée Globe 2024.

Torna su