developed and seo specialist Franco Danese

DOSSIER PORTI 2019 – I migliori d’Italia

Quando una barca è per tutti: il piccolo, grande Meteor. FOTO
1 giugno 2019
151 Miglia: quei bravi ragazzi di Leonardo e “Ciccio” l’hanno combinata grossa
2 giugno 2019

Sono oltre 160.000 i posti barca oggi disponibili sulle coste dello Stivale. Ecco una fotografia zona per zona e il focus su alcuni dei marina più interessanti

C’è poco da fare: non esiste in tutto il Mediterraneo, e anzi potremmo davvero dire in tutto il mondo, una nazione che possa vantare delle coste come quelle italiane. Non è solo una questione di bellezze naturali, storiche e artistiche strategicamente posizionate vicino ai litorali, e quindi anche a disposizione dei turisti in barca a vela, o di un un territorio variegato e ricco di suggestioni enogastronomiche, in questo caso sicuramente come nessun’altro al mondo. Oggi, infatti, sono anche i marina turistici italiani a essere un plus per tutti i diportisti che vogliono avere un “porto sicuro” a disposizione nel quale lasciare la loro barca ben tenuta e protetta, in modo che sia poi subito pronta a salpare, soprattutto quando la meta sono lunghe crociere per le sospirate vacanze estive.

C’E’ UNA GRANDE SCELTA
E se una volta, neanche troppi anni fa, trovare un posto barca in Italia era praticamente impossibile e i prezzi erano spesso inarrivabili per le tasche del diportista medio, oggi la situazione è molto cambiata e certamente in meglio. Innanzitutto in termini numerici: le stime più recenti infatti spiegano come oggi in Italia, lungo i 7.500 chilometri di coste, isole comprese, sono presenti 537 porti turistici ed appodi che ospitano un totale di ben oltre 160.000 posti barca (come si può vedere anche dalla tabella a pagina 94). Va spiegato certo che 90.000 di questi sono quelli posizionati in marina turistici veri e propri, mentre i restanti sono situati in porti di “vecchia” concezione. In molti dei quali comunque i servizi per la barca e, soprattutto, per il diportista sono sempre più completi e affidabili.


TARIFFE PIU’ CONVENIENTI

Oggi, poi, rispetto al passato, la situazione è radicalmente cambiata, anche in termini di costi: infatti le tariffe non sono molto aumentate dal 2008 a oggi, ma anzi in diversi casi sono addirittura diminuite. A tutto questo probabilmente ha contribuito anche il fatto che, solo nel biennio 2016-2017, il giro d’affari dei marina turistici è cresciuto del 4,5%. Dando sempre un’occhiata alla nostra “mappa” di pagina 94 si scopre allora che l’area con i prezzi medi più convenienti è quella corrispondente all’Adriatico centro-settentrionale. Che poi è quella dove è più alta la concentrazione di porti turistici e nella quale quindi è probabilmente il fattore “concorrenza” a rendere le tariffe più appetibili per i diportisti.

PORTI PIU’ BELLI E COMODI
In particolare, spiegano però gli esperti, è l’area del Sud Italia (sia dalla parte del Tirreno che da qulla dello Ionio-Adriatico) quella ad essere cresciuta maggiormente, sia in termi di posti che in termini di servizi. Se nel passato infatti, i marina del “mezzogiorno” erano frequentati e utilizzati dai diportisti italiani soprattutto nella stagione estiva, oggi il discorso è cambiato. Sono sempre di più gli armatori che spostano, per esempio in Sicilia e in Puglia, la loro barca, anche se abitano nel nord Italia. Questo sia perché hanno a disposizione servizi di qualità, sia trasporti più comodi per raggiungere queste destinazioni di imbarco e quindi trovarsi più “vicini” alle rotte turistiche più interessanti nei mesi vacanzieri di luglio e agosto.

ATTENZIONE ALLE RETI
No, non a quelle dei pescatori nelle quali evitare di incagliare i propri scafi. Parlando di porti turistici oggigiorno infatti è sempre più facile fare riferimento a veri e proprio network, reali come “virtuali”, di marina che si uniscono per avere più forza e migliori servizi da dare ai loro clienti. È il caso ad esempio di realtà già attive come quella di cinque porti liguri associati in Liguria For Yachting o quella di Marinedi, gruppo che gestisce già oggi una decina di porti di proprietà in giro per la Penisola. Messi in rete tra loro questi infatti riescono ad avere uno standard di servizi e tariffe migliori da offrire ai diportisti. Cosa che non riuscirebbero a fare se invece presi uno ad uno autonomamente. C’è poi il caso di una rete nella “rete”: è quella che hanno messo in piedi i ragazzi di Navily, creando un network e una guida che ogni anno accompagna oltre 120mila diportisti internazionali nelle tappe delle loro crociere.

ALLA SCOPERTA DEI “MIGLIORI”
Insomma l’Italia e i suoi marina sono oggi una realtà all’avanguardia, se paragonata al contesto europeo e del Mediterraneo, ma non bisogna per questo smettere di migliorare. La concorrenza è agguerrita e non sta a guardare: secondo le stime del 2018 infatti i competitor affacciati in particolare sulle sponde del Mare Nostrum sono davvero numerosi. La Spagna ad esempio offre 360 porti turistici per un totale di circa 130.000 posti barca; la Francia invece 370 marine (non tutte però in questo caso ovviamente affacciate sul Mediterraneo…) con un totale di 250.000 posti barca; e la Croazia ospita infine 350 porti naturali (sparsi tra 6mila chilometri di coste e oltre 1.200 isole e isolette) ai quali si aggiungono circa 50 marina. Una competizione importante e una partita che si vince puntando sulla qualità e sui servizi. È per questo che qui sotto abbiamo deciso di provare a farvi conoscere meglio alcuni tra quelli che oggi sono, in giro per tutta l’Italia, i porti turistici che uniscono tutte insieme quelle caratteristiche virtuose che oggi sono quelle vincenti per conquistare un armatore.

DOVE ORMEGGIARE QUEST’ESTATE

MARINA CALA DE’ MEDICI

MARINA CALA DEI SARDI

MARINA GENOVA

NAVILY

MARINA DI LOANO

MARINA DI PORTISCO

MARINA D’ARECHI

MARINA DEGLI AREGAI

MARINEDI

SHIPYARD & MARINA SANT’ANDREA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi