ESCLUSIVA – Caso My Song, la risposta ufficiale della compagnia navale

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

Direttamente interpellata dalla nostra redazione in relazione alla perdita del 130’ My Song di Pigi Loro Piana, la compagnia Peters&May, incaricata del trasporto dello yacht dai Caraibi a Genova risponde con un comunicato ufficiale che riportiamo per intero (in basso la versione originale), nella persona del CEO David Holley.

IL COMUNICATO DELLA PETERS&MAY

«Questo comunicato stampa è la risposta alla continua speculazione mediatica in riferimento alla perdita della barca a vela My Song nel Mediterraneo. Normalmente non commenteremmo gli incidenti del carico, ma data la natura di alto profilo di questo yacht e l’interesse dei media riteniamo che dobbiamo fornire formalmente qualche chiarimento. Ci sono diversi individui che esprimono un giudizio su ciò che può essere o meno accaduto e cercheremo di offrire qualche chiarimento, anche se in una fase iniziale dell’indagine. La nostra reputazione non è seconda a nessuno e non sarà offuscata da persone non qualificate che esprimono giudizi senza fatti in mano. Aggiungiamo che siamo delusi dal fatto che siano trapelate ai media fotografie riservate. Siamo stati informati della perdita di uno yacht dal ponte della MV Brattinsborg a circa 0400 ore LT (Local Time) il 26 maggio 2019. Lo yacht in questione era l’imbarcazione a vela My Song. Al ricevimento della notizia Peters & May ha incaricato il capitano della MV Brattinsborg di tentare il salvataggio mentre i soccorritori di terze parti sono stati nominati.

L’imbarcazione ha mantenuto il contatto visivo con My Song fino a quando la ricerca aerea e marittima è stata avviata. Dalle ore 0900hr BST del 28 maggio 2019 i tentativi di salvataggio sono ancora in corso. Per garantire la sicurezza dei restanti yacht, Peters & May ha incaricato la nave da trasporto di continuare il viaggio programmato per Genova. Nessun’altra imbarcazione è stata colpita da questo incidente.

È stata avviata un’indagine completa sulle cause dell’incidente, ma la valutazione principale è che l’invaso dello yacht (di proprietà e fornito dallo yacht, garantita dallo yacht per il trasporto marittimo e assemblato dall’equipaggio dello yacht) sia crollato durante il viaggio da Palma a Genova e successivamente ha causato la perdita di My Song in mare. Aggiungo che questa è la valutazione iniziale ed è soggetta a conferma a tempo debito.

In qualità di trasportatore di yacht leader negli ultimi 40 anni, siamo molto orgogliosi di ciò che facciamo e andiamo oltre ogni normale procedura operativa per garantire un transito sicuro di tutte le imbarcazioni da noi trasportate. Abbiamo procedure in atto per rispondere a questo tipo di incidente, anche se speriamo che non siano mai richieste.

Questo incidente è più che deplorevole, tuttavia il trasporto di yacht su navi da carico continua ad essere una delle soluzioni più sicure ed economiche quando viene effettuato da un’azienda rispettabile come Peters & May. Ulteriori informazioni saranno rese disponibili a tempo debito, ma nel frattempo chiedo che tutti rispettino la delicatezza della questione per tutte le parti interessate».

QUI le foto cui si riferisce il comunicato 

QUI le prime ricostruzioni

QUI la nostra conclusione

LA VERSIONE IN INGLESE

This press release is in response to the ongoing media speculation in reference to the loss of sailing yacht MY SONG in the Mediterranean.

We would not normally comment on cargo incidents but given the high-profile nature of this yacht and the media interest we feel that we need to formally give some clarification. There are several individuals passing judgement on what may or may not have happened and we will attempt to offer some clarity, albeit at an early stage of the investigation. Our reputation is second to none and we will not have it tarnished by unqualified individuals passing judgement without facts in hand. I will add that I am disappointed that confidential photographs were leaked to the media.

We were informed of the loss of a yacht from the deck of the MV Brattinsborg at approximately 0400hr LT on 26th May 2019. The yacht is sailing yacht MY SONG. Upon receipt of the news Peters & May instructed the captain of the MV Brattinsborg to attempt salvage whilst 3rd party salvors were appointed.

The vessel maintained visual contact with MY SONG until the air and sea search was initiated. As of 0900hr BST on 28th May 2019 the salvage attempts are still ongoing. To ensure the safety of the remaining yachts, Peters & May have instructed the carrying vessel to continue her planned voyage to Genoa. No other yachts have been affected by this incident.

A full investigation into the cause of the incident has been launched, however the primary assessment is that the yacht’s cradle (owned and provided by the yacht, warrantied by the yacht for sea transport and assembled by the yacht’s crew) collapsed during the voyage from Palma to Genoa and subsequently resulted in the loss of MY SONG overboard. I will add that this is the initial assessment and is subject to confirmation in due course.

As a leading yacht transporter for the past 40 years we take great pride in what we do and go above and beyond all standard operating procedures to ensure safe transit of all yachts carried by us. We have procedures in place to respond to this kind of incident, although we hope that they are never required.

This incident is more than regrettable, however the transport of yachts on cargo vessels continues to be one of the safest and most cost-effective solutions when carried out by a reputable company such as Peters & May.

More information will be made available in due course but in the meantime, I request that everyone respects the sensitivity of this issue to all parties concerned.

If this statement is published it should be published in full.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

12 commenti su “ESCLUSIVA – Caso My Song, la risposta ufficiale della compagnia navale”

  1. Pingback: My Song, la nota della compagnia trasporto di yacht | Vela Veneta

  2. Da avvocato esperto di settore, ritengo sia insolito e imprudente il commento della società di trasporto, circa la presunta causa del sinistro, che da di fatto un gran vantaggio agli avvocati dell’armatore danneggiato e alle compagnie assicurative che saranno chiamate a indennizzare …
    avv. valerio biondi – cassazionista abilitato in Italia e Gran Bretagna, esperto in diritto assicurativo, marittimo e dei trasporti.
    Mail: vbiondi@biondilegal.ch – tel: +39.3392780402

  3. La p&m sono degli spedizionieri che hanno dimostrato di non aver controllo sui loro sub appaltatori. Che la sella si sia rotta e la barca caduta a mare è probabile ma non certo quanto che il rizzaggio era sicuramente lasco e lo stress ha causato la rottura delka sella evidenziando la mancata diligenza del buon padre di famiglia di P&M sulla soedizione.
    Sono al 100pct responsabili.

  4. ……sono yacht in grado di navigare con ogni condizione di mare,farlo trasportare da un cargo e’ una forzatura, vedendo poi la disposizione sopra il cargo personalmente non avrei mai fatto trasportare lcosi lo yacht, fosse stato mio…….beh avrei avuto ragione!

    1. Daniele Morano

      Bernie si vede che non te ne intendi e d altra parte continui a speculare su un ambiente che conosci appena e non hai mai vissuto. Ti ricordo che il cedimento strutturale è avvenuto per mezzo di materiale fornito dallo yacht stesso e sicuramente rizzato in modo del tutto sufficiente ti ricordo inoltre che tale incidente è avvenuto nel Golfo del Leone che non avrai mai visto né navigato altrimenti non ti avventureresti nelle prime stro..te che ti vengono in mente.
      Daniele

      1. Caro Daniele, io non sono esperto di vela in quanto navigo principalmente con barche a motore, e anche se il cedimento e’ stato del sostegno della barca e’ responsabilità del capitano del traghetto assicurarsi se il sostegno fosse idoneo a quella traversata,poi soprattutto se la barca era ben legata,(dalle foto della partenza ho seri dubbi) e infine, se le condizioni meteo nel famoso golfo del leone potevano mettere a rischio un carico così importante, si attende in rada prima di affrontarlo, o se dall’alto della tua esperienza anche tu avresti disatteso le previsioni meteo!? Forse la str….a e’ opera del tuo inutilmente difeso! Auguri con le assicurazioni…….

      2. la respinsabilità dek rizzaggio, la posizione a bordo scelta dall armatore che ha sicuramente accentuato lo stress sulle drizze è sicuramente la causa principale della caduta a mare. Forse tu hai a tue mani il BN o il Gcn o il Nype che definisce le responsabilità? Mandamelo

  5. La P & M fattura 40 milioni di sterline all’anno da almeno 10 anni solo a spostare barche a vela per fare regate in giro per il mondo. Sono dei professionisti che guadagnano moltissimo e non hanno il diritto di emettere comunicati infamanti come quello rilasciato dal loro presidente volto a condizionare l opinione pubblica andando a coprire la verità. Una vergogna. L Armatore deve intervenire severamente contro questi personaggi.

      1. No sono un perito navale e di cretinate come quelle scritte da presidente di una societa che da 40 anni ha quasi il monopolio mondiale dello spostamento delle barche da regata è un insulto a chi ha pagato un nolo. Quando vuoi entrare in dettagli ancora piu tecnici e giuridici vieni avanti e ti risponderò a tono.

  6. Sending prayers that your beloved yacht is restored to what you’ve enjoyed and to most importantly praise Godbfor no one getting hurt. You are very blessed sir.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Quanto costa il tagliando del motore entrobordo?

Quanto mi costa il tagliando del motore entrobordo? Conti alla mano, ecco le voci fatturate da una officina autorizzata per la  manutenzione periodica del motore di una barca a vela da crociera di 9-12 metri. Quanto costa il tagliando del

Rendering del nuovo CNB 78

CNB 78, il super 23 metri di Briand costruito in Italia

CNB presenta al salone di Düsseldorf il mock-up del nuovo 78 piedi, che sostituirà il CNB 76. La nuova barca, al momento ancora in progetto, verrà costruita ad Aquileia (Udine), il cantiere CNB infatti ora è parte del gruppo Solaris.

Torna su