V100: il superyacht secondo Vismara. FOTO

Le incursioni di Vismara nel mondo dei mini maxi o maxi veri e propri non sono del tutto nuove, ma questa volta il cantiere italiano lo fa in maniera compiuta e strutturata, con un progetto tutto concepito in casa.

Disegnata a quattro mani con il suo armatore in pieno stile Vismara, con rispetto alla cultura del vero “Blue Water Sailing Yacht”, il V 100 è costruita in materiali composti leggeri frutto delle migliori tecnologie di integrazione strutturale sviluppate in più di 30 anni dal cantiere viareggino: carbonio e vetro epossidico.

Per una maggiore velocità e manovrabilità sia in porto che per le navigazioni di bolina in mare aperto è presente una chiglia retrattile con l’aggiunta di due alette “winglets” sul bulbo. L’elevata velocità di crociera di 12 nodi è ottenuta con 2 motori Cummins da 300 HP cadauno che consentono spunti di massima di ben 14 nodi.

Un Joystic nelle classiche posizioni di comando ed anche nella timoneria interna rende più facili le operazioni di manovra. Un comodo Deck Saloon ed un ampissimo pozzetto con salotto – pranzo e prendisole esterni al livello degli interni la rendono un vero superyacht, fast cruiser a vela con spazi e vivibilità da motoryacht.

E’ prevista una chiglia retrattile, con un’immersione minima di 2,60 m per l’ingresso nei porti a motore, immersione massima di 4,60 m per le navigazioni a vela ed una immersione intermedia per poter avere stabilità e confort in rada ed in porto.

Lo scafo della barca è costruito in carbonio con rinforzi unidirezionali e una “pelle” esterna in fibra di vetro, la coperta è interamente in carbonio e gli interni in composito, un corretto mix di leggerezza, durata e silenziosità. Albero e boma in carbonio in cui è possibile l’avvolgimento della randa in modo idraulico per consentire manovre più semplificate e gestione ad equipaggio ridotto. Una doppia timoneria con un doppio timone garantiscono una migliore manovrabilità.

Il tender, di ben 4,50 m con motore idrogetto, è collocato a scomparsa sotto il piano di coperta a prua e può essere facilmente varato grazie ad un bigo di alaggio che ne consente la movimentazione. Nel vano garage di poppa si stivano invece motorino, biciclette e water toys.

Gli interni sono in perfetta armonia con i volumi degli esterni, suddivisi in due zone: a poppa della sala macchine si incontra l’area equipaggio, con due cabine, due bagni e un ampio soggiorno con cucina. Separatamente, a prua, si trovano gli spazi destinati agli ospiti e all’armatore: due cabine ospiti con bagni e docce, ed una grande cabina armatoriale con salottino, bagno e guardaroba.

L’imbarcazione è caratterizzata inoltre da un ampio deck saloon che rende la dinette un luogo accogliente in rada e in navigazione grazie alla visibilità a 360° ed al piano di calpestio a livello di quello del pozzetto e salotto esterni.

Lungh. 30,3 m

Largh. 7 m

Immersione 2,4 – 4,6 m

Disloc. 62 tonn.

www.vismaramarine.it

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Swan 55

VIDEO Swan 55 (16m): il bluewater che sa cambiare pelle

Il Cannes Yachting Festival e il Salone Nautico di Genova sono due appuntamenti da non perdere per i cantieri del settore e tutti gli appassionati. La nostra redazione è andata a bordo delle ultime novità, una di queste è il nuovo Swan 55,

sostenibilità

L’abuso della parola sostenibilità nel mondo della nautica

Siamo usciti dai saloni nautici di Cannes e Genova ubriachi di sostenibilità. Sembra, quest’anno, la parola magica da inserire nella comunicazione di ogni cantiere. Va bene, è il tema del momento complice la situazione mondiale. Ma andiamoci piano a sbandierare

Torna su