developed and seo specialist Franco Danese

Slam spegne 40 candeline e festeggia con una mostra e una linea di capi esclusivi

Velisti dell’Adriatico unitevi, tutti a Venezia per la VELA Cup
24 maggio 2019
Laser, pericolo scampato: è stato riammesso per le Olimpiadi di Parigi
25 maggio 2019


Buon compleanno Slam! Lo storico marchio di abbigliamento nautico genovese che veste i velisti di tutto il mondo ha spento le quaranta candeline e ha celebrato questo anniversario in una serata a Palazzo Ducale, la splendida cornice scelta da Slam per celebrare un traguardo così significativo.

Il marchio genovese ha celebrato i 40 anche con una mostra e una linea di capi iconici (come la polo regata, il summer sailing jacket, i cappelli, il bermuda e le sacche…) personalizzati con il logo del quarantesimo.

LA MOSTRA
Il quarantesimo di Slam è celebrato con una mostra dedicata alla sua città tramite il progetto I am Genova, uno shooting fotografico collettivo aperto al pubblico, fino domenica 26 maggio 2019 a Palazzo Ducale. Settimio Benedusi, uno dei più grandi fotografi ritrattisti italiani, che immortala centinaia di genovesi per raccontare, attraverso le particolarità dei loro volti, l’anima intera della città. Tanti genovesi infatti hanno prestato il loro volto a questa raccolta di ritratti, tra i quali spicca anche il sindaco Marco Bucci e alcuni degli atleti della vela olimpica genovese.

Il fotografo Settimio Benedussi e il sindaco Marco Bucci. Alle loro spalle una parte della mostra sulle facce di Genova

LA STORIA
La storia di Slam comincia nel 1979 ed è costellata di successi, ripercorriamo i più significativi: nel 1980 nasce Mickey Bear, un innovativo pile idrorepellente, una grande passo avanti rispetto alla lana ed al cotone utilizzati fino ad allora. Nel 1984 è la volta di Slam Jacket, una giacca impermeabile, indistruttibile e comoda, derivata dalla cerata da vela, utilizzabile anche a terra: resta in produzione 21 anni.

Nel 1990 veste l’equipaggio di Maxi Merit che partecipa alla Whitbread (giro del mondo a tappe). Il 2007 è l’anno dello sbarco in Coppa America con i sudafricani di Shosholoza, tre anni dopo arriva il trionfo, con la vittoria di Oracle Team USA, equipaggiato Slam.

“Da sempre siamo molto legati a Genova, perché ci siamo nati ma ancor di più perché è la città del mare e di chi lo sfida, come è nel nostro Dna” – afferma Luca Becce, AD di Slam – “per questo abbiamo deciso di festeggiare il nostro compleanno mettendo in primo piano le persone anziché le nostre collezioni/prodotti. I volti dei genovesi sono stati i protagonisti del progetto I AM GENOVA che ha coinvolto l’intera città.”

SLAM E LA VELA, L’INTERVISTA A FEDERICO REPETTO,  CONSULENTE MARKETING  E STRATEGIA SLAM

– Cosa significa oggi per Slam continuare ad avere un legame forte con la città di Genova nonostante la dimensione di un prodotto internazionale?
Genova è non solo un grande porto ma una città intera che vive sul, di e per il mare. Respirare questa realtà ha fatto si che Slam crescesse con un ancoraggio forte ai valori non solo che Genova rappresenta da centinaia di anni ma anche all’evoluzione che vivere il mare quotidianamente significa per le persone che vivono qui. Essere internazionali per Slam significa anche rappresentare tutto questo nel mondo. Come fanno i nostri atleti, alcuni proprio Genovesi, che rappresentano l’Italia sui campi di regata di tutto il mondo.

– Abbigliamento sportivo, casual, tecnico, come possiamo riassumere oggi i prodotti Slam? Quali sono le grandi “famiglie” della vostra collezione e a che tipo di pubblico sono rivolte?

L’area tecnica dell’offerta di Slam resta il centro della ricerca e dello sviluppo; e l’investimento principale va lì dove proviamo i futuri possibili della vela. Da questa famiglia di prodotti nascono poi le declinazioni che permettono, anche a chi in barca non va, di utilizzare prodotti con materiali tecnici nati per chi deve sfidare gli elementi in mare ma che vanno benissimo anche per chi va in moto in ufficio o a scuola. Da una parte quindi prodotti per i professionisti della vela e per gli amatori e dall’altra la loro declinazione “urbana”, sempre con attenzione e passione per il prodotto.

– Quanto è importante oggi la vela all’interno dei prodotti Slam?

La vela è tutto per Slam: qualsiasi prodotto nasce dal mare anche quelli piu “cittadini” appunto perché, nella nostra matrice di sviluppo dei prodotti, ogni evoluzione prende le mosse dall’area tecnica.

– Qual è il prodotto di punta del vostro abbigliamento pensato per il mondo della nautica?

Sicuramente la cerata Win-d Racing in tessuto 4-ways stretch di Toray  , il livello tecnico più alto per performance di impermeabilità e traspirabilità con l’eccezionale elasticità del materiale che consente massimo movimento e la Win-d Defence in Nilit Heat termo regolante con una membrana frontale antivento , sono stati sviluppati con materiali innovativi  e testati per due anni prima di essere portati sul mercato.
www.slam.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi