developed and seo specialist Franco Danese

151 Miglia 2019: come te nessuna mai

Vuoi esporre le tue barche e accessori? A Palermo c’è un “temporary space” per te!
22 maggio 2019
Dove i “paperoni” del mare ormeggiano le loro superbarche
22 maggio 2019

Una 151 Miglia così non l’avevamo mai vista. Nessuna edizione della regata aveva mai toccato queste vette. Una 151 Miglia in formato Maxi. Maxi come alcune delle barche che parteciperanno alla regata, tra cui spicca il famosissimo Rambler 88, il 27 metri di George David che avrà alla tattica il pluri vincitore della Coppa America Brad Butterworth. Tra gli altri a dargli battaglia ci sarà il detentore del record della regata, Pendragon VI di Nicola Paoleschi, che l’anno scorso ha completato il percorso in 15 ore, 30 minuti e 45 secondi. Maxi anche come il numero di iscritti: 250 barche, record assoluto della regata, ma sarebbero potute essere anche di più se l’organizzazione non avesse deciso per ragioni di sicurezza di mettere uno stop alle iscrizioni.

In attesa di vivere lo straordinario spettacolo della partenza e l’agguerrita lotta per la conquista dei due trofei challenge in palio – assegnati rispettivamente al primo scafo sul traguardo in tempo reale e al vincitore della categoria più numerosa tra ORC e IRC – la 151 Miglia-Trofeo Cetilar inizierà la sua intensa attività già da questo fine settimana, grazie a una serie di eventi sportivi in programma al Porto di Pisa: dalle spettacolari regate delle M32 European Series (da venerdì 24 a domenica 26, con 8 catamarani in regata), a 151 Bimbi a Vela, giornata dedicata alla promozione della vela tra i più piccoli, fino alla seconda edizione della gara podistica 15.1 Run, appuntamenti in entrambi i casi in programma per sabato 25.

Un weekend intenso e ricco di sport, antipasto di un’edizione speciale della 151 Miglia, regata plastic-free che quest’anno sarà dedicata interamente alla salvaguardia del mare per lanciare un messaggio concreto al mondo della vela. Numerose, in proposito, le iniziative sul tema che coinvolgeranno i partecipanti, grazie alla collaborazione con realtà come l’ONLUS Worldrise, la Divisione Vela Marevivo (da scaricare, in proposito, la APP “Occhio al mare”) e la One Ocean Foundation, promotrice della Cartha Smeralda.

Da segnalare anche l’iniziativa promossa dal Sonnolab del Dipartimento di Ricerca Traslazione e delle Nuove Tecnologie in Medicina e Chirurgia dell’Università di Pisa, diretto dal Prof. Ugo Faraguna, che ha l’obiettivo di analizzare le performance di regata di

ogni equipaggio, sulla base delle strategie di gestione del ciclo sonno-veglia. Anche in questo caso, i partecipanti saranno coinvolti direttamente nello studio, con il fine di raccogliere quante più informazioni possibili sullo stretto legame tra sonno e performance sportiva, partendo dal fatto che è dimostrato come una corretta gestione del riposo influisca direttamente sulla qualità della prestazione (e la vela non fa eccezione, anzi).

Organizzata con la collaborazione del Porto di Pisa, del Marina di Punta Ala, e dei partner PharmaNutra S.p.A. con il brand Cetilar®, Rigoni di Asiago, North Sails e TAG Heuer, la 151 Miglia-Trofeo Cetilar è una tappa del Campionato Italiano Offshore della FIV, del Mediterranean Maxi Offshore Challenge, il circuito di regate riservato ai Maxi Yachts, e del Trofeo Arcipelago Toscano

www.151miglia.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi