Perché fa così freddo? Ce lo spiega il meteorologo


La prima settimana del maggio scorso è partita sotto media termica per molte nazioni d’Europa. E’ un evento meteo degno di nota, come riporta la cronaca, che nasce da un indebolimento del vortice polare a causa di un evento di riscaldamento stratosferico, l’ultimo della primavera.

L’evento europeo, ‘regionale’, non va però confuso con il clima che invece è caratterizzato sempre da un trend termico sopra media a scala globale. Per farci spiegare di cosa si tratti il vortice polare abbiamo chiesto aiuto all’esperto meteorologo Francesco Nucera del team di Meteomed.

“Non si tratta di un fenomeno inusuale, né tanto meno deve essere confuso con la classica bassa pressione che viene mostrata nelle carte meteo. Il vortice polare è sempre presente ed è quello che caratterizza il tempo alle medie latitudini. Si tratta di una ampia ruota di venti in quota che gira in senso antiorario nell’emisfero Nord, circumnaviga la terra ed ha il suo baricentro sul polo. Per questo motivo assume la denominazione di vortice.

Al suo interno è presente dell’aria relativamente più fredda (freddissima sul polo) rispetto alla massa d’aria delle latitudini sub tropicali. Nella zona di interferenza tra queste due masse d’aria, laddove i contrasti sono accesi si generano le perturbazioni. Questa zona i meteorologi la identificano come corrente a getto o ‘Jet Stream’.

Quando il vortice polare è forte, c’è una netta divisione tra l’aria fredda e calda. Di conseguenza le irruzioni fredde sono meno probabili e limitate. Quando il vortice polare è debole avviene il contrario. Gli anticicloni si muovono verso Nord sospingendo aria calda verso le alte latitudini: l’aria fredda invece dentro delle sacche più o meno vaste si spinge di conseguenza verso le medie latitudini.

Più queste sacche (o lobi) sono fredde, più gli effetti sono vistosi. In inverno queste saccature sono in grado di portare temperature sotto lo zero, nevicate a bassa quota ed ondate di maltempo. Nei casi più estremi in quelle anomalie climatiche che vanno sotto il nome di riscaldamenti stratosferici improvvisi (Stratwarming Major), il vortice polare può addirittura abbandonare la sua abituale sede, essere sostituito da un anticiclone polare e riversare il suo contenuto gelido anche in luoghi miti (split del vortice polare)”.

Dunque cosa accadrà prossimamente? “Adesso la stratosfera non avrà più influenza dal momento che il vortice polare stratosferico è stato sostituito dall’anticiclone polare. Tuttavia la circolazione delle medie latitudini continuerà ancora a risentire nelle prossime settimane di quanto accaduto durante la primavera. Ondate di caldo, dunque, ancora lontane, probabilmente, dall’Italia”.

Meteomed è il partner ideale per supportare la tua attività nautica, qualsiasi sia la tua necessità. La piattaforma è navigabile da qualsiasi device, non occorre scaricare alcuna applicazione. Chiama lo 0289708085 se vuoi parlare con gli uffici e se vuoi acquistare uno degli abbonamenti disponibili è stato riservato uno sconto per i lettori, utilizza il codice coupon GDV2019 ed avrai diritto al 10% di sconto su tutta l’offerta. Vai sul sito http://www.meteomed.org.
Se hai bisogno di assistenza scrivi ad info@meteomed.it

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI TECNICA, ACCESSORI & PRATICA

 


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Perché fa così freddo? Ce lo spiega il meteorologo”

  1. Pingback: Perché fa così freddo? Ce lo spiega il meteorologo – Giornale della Vela – Bthing Digital

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

VIDEO – Manovrare in spazi ristretti

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >> Manovrare

Torna su