developed and seo specialist Franco Danese

Velista dell’Anno TAG Heuer 2019: ecco chi sono i finalisti!

Sun Loft 47, ecco come sarà il “monocat” di Jeanneau
26 aprile 2019
“Così abbiamo salvato il Tigullio”. Il 2 maggio al VELAFestival vi raccontiamo come si rinasce dopo uno “tsunami”
27 aprile 2019


Siamo giunti alla fase finale del premio più prestigioso della vela italiana, il Velista dell’Anno TAG Heuer
. Tre fasi di votazione con duelli serratissimi hanno decretato i 25 velisti, scelti da voi tra i 100 candidati iniziali, giunti alla semifinale. Complessivamente sono stati assegnati 65.964 voti sul nostro sito velistadellanno.giornaledellavela.com, mai stati così tanti. La semifinale prevedeva che il voto del pubblico avesse valore consultivo, un aiuto alla Giuria del Giornale della Vela nella scelta dei finalisti del premio più prestigioso della vela italiana, assegnato dalla nostra rivista fin dal 1991…

E la giuria ha scelto: ecco tutti i finalisti in lizza per i premi del Velista dell’Anno 2019 (TAG Heuer Innovation, #dont’crackunderpressure, Performance, Young by B&G). Finalisti che potrete conoscere di persona durante la Serata dei Campioni che si svolgerà il 3 maggio dalle 19 in occasione del TAG Heuer VELAFestival a Santa Margherita Ligure. Chi tra di loro sarà il Velista dell’Anno, ve lo sveleremo soltanto a Santa! E un grazie a tutti i candidati!

I FINALISTI DEL VELISTA DELL’ANNO TAG HEUER 2019

AMBROGIO BECCARIA
L’enfant prodige della vela italiana in oceano, sponda Mini 650, è questo ragazzo milanese classe 1991. Nel 2018 ha vinto tutto quello che c’era da vincere con il suo nuovo Pogo 3 Geomag, inclusa la difficile Les Sables – Horta – Les Sables, conquistando il primo posto su sei regate al Campionato d’altura francese dedicato ai mini, e terminando secondo nell’unica dove non è stato vittorioso. Al Salone di Parigi è stato incoronato campione francese di “course au large”, certificando un dominio che per lunghi tratti è apparso incontrastato.

FRANCESCO BELVISI E DANIELE CEVOLA
I due giovani progettisti palermitani sono un vulcano di invenzioni e innovazione. Con la loro società Ocore, che si occupa di stampa 3D, robotica e materiali compositi polimerici avanzati, hanno costruito la prima barca al mondo stampata in 3D, un Mini 650 destinato allo skipper italiano Alessandro Torresani per partecipare alla Mini Transat 2019.

CARLO DE PAOLI
E’ uno dei velisti italiani “volanti” di punta. Regata in classe Moth, e nel 2018 ha centrato l’argento all’Europeo di Borstahusen, Svezia, e il titolo italiano sul Garda.

FRANCESCO E GIACOMO GALIMBERTI
Ventidue e vent’anni, da Milano, i due fratelli hanno dimostrato che d’estate i giovani possono fare anche altro piuttosto che passare le giornate al cellulare e le serate in discoteca: la circumnavigazione dell’Italia, da Ventimiglia a Trieste, su Banana Joe, un piccolo Hobie Cat degli anni ’80. Cinquantaquattro giorni su una barca non abitabile di 5 metri. Fermandosi a dormire sulle spiagge, cucinando sul fuoco.

SOFIA TOMASONI
Alla prima apparizione del kiteboard TT:R (Twin Tip Racing) alle Olimpiadi (per ora solo quelle giovanili) l’Italia sale subito sul tetto del mondo con la straordinaria Sofia Tomasoni, dopo una una stagione ricca di soddisfazioni: in un anno ha trionfato al mondiale e all’europeo giovanile a Dakhla in Marocco, al mondiale kitesurf e anche ai campionati nazionali giovanili, oltre ad aver vinto l’argento ai mondiali youth di TT:R.

I PREMI SPECIALI:

PREMIO MOST VOTED – MORGAN IV
Il vincitore del premio TAG Heuer Most Voted, ovvero il candidato che ha preso il maggior numero di voti sommando le tre fasi di votazione, va a Morgan IV, il Grand Soleil 39 di Nicola De Gemmis che ha raccolto l’incredibile cifra di 7124 preferenze! Aspettiamo tutto l’equipaggio di Morgan alla Serata dei Campioni!

PREMIO ECO MEDPLASTIC – DAN LENARD
Il premio messo in palio da Medplastic, l’associazione creata dal Giornale della Vela per la salvaguardia del Mediterraneo, quest’anno non poteva che andare a Dan Lenard. Il designer di superyacht che ha attraversato l’Atlantico in solitario su un barchino riciclato di dieci metri, senza motore, né elettronica. Più eco di così non si può! Dan sarà presente alla Serata dei Campioni e per tutta la durata del TAG Heuer VELAFestival, pronto a raccontarvi come sia riuscito nell’impresa. Domani vi sveleremo anche chi ha vinto il premio Tribute, assegnato ogni anno a un grande nome, barca, realtà della vela italiana.

PREMIO TRIBUTE ALLA CARRIERA – CENTRO VELICO CAPRERA
Caprerini, siete pronti a salire sul palco alla Serata dei Campioni del Velista dell’Anno TAG Heuer (Venerdì 3 maggio, dalle ore 19)? Il Centro Velico Caprera riceverà infatti il prestigioso premio Tribute alla Carriera. Questa la motivazione: “In 52 anni ha formato 130mila velisti e più di mille istruttori: il Centro Velico Caprera, incastonato nel punto più bello e selvaggio dell’Arcipelago di La Maddalena, è la scuola di vela più famosa d’Italia e tra le più importanti in Mediterraneo. La società cambia, le generazioni si avvicendano, ma lo spirito del CVC resta!”. Venite tutti a festeggiare!

QUI IL REGOLAMENTO DETTAGLIATO DEL VELISTA DELL’ANNO

 

VOTA E VINCI!
Quest’anno ci sono state due (golosissime) occasioni in più per votare i vostri candidati preferiti del Velista dell’Anno. Tra tutti i votanti del sondaggio che prenderanno parte alla Serata dei Campioni (vi verrà richiesto di registrarvi all’evento con la mail che avete fornito in fase di voto), venerdì 3 maggio alle 19 al TAG Heuer VELAFestival, verranno sorteggiati un prestigioso cronografo Aquaracer del nostro storico partner TAG Heuer e, grazie al nuovo partner del Velista dell’Anno Globesailor un weekend lungo in barca messo a disposizione da Sail Italia (8-9-10 maggio 2020 nella base di Procida a bordo di un Beneteau Oceanis 38, 3 cabine e 2 bagni, skipper escluso).

IL PREMIO TAG HEUER YOUNG BY B&G
Quest’anno il vincitore del premio riservato ai giovani under 23 è ancora più ricco grazie a B&G, marchio del gruppo Navico tra i leader nell’elettronica per barche a vela: B&G premierà il vincitore con un’indimenticabile esperienza in cui avrà la possibilità di confrontarsi con velisti olimpici, acquisire consigli e imparare il più possibile sulle tecnologie utilizzate in una regata “pro” e quindi crescere come velista e a livello professionale. Il premio si aggiunge al cronografo TAG Heuer Aquaracer che viene assegnato di rito ai premiati del Velista dell’Anno.

SCOPRI TUTTE LE NEWS DEL VELISTA DELL’ANNO

6 Comments

  1. marisa giannini ha detto:

    sono veramente delusa — i piu votati non sono entrati in finale e i meno votati si…….. perche fate queste votazioni se avete gia i nominativi vostri !
    vergognatevi !

  2. Giuseppe Giannini ha detto:

    Riporto i primi 11 classificati nella semifinale e relativa categoria con voti ricevuti, ovvero:
    1° Morgan IV categoria barche 4271 voti
    2° Galimberti categoria young 2926 voti
    3° Tomasoni categoria young 2862 voti
    4° De Felice categoria velisti 2765 voti
    5° Altair con 1240 voti
    6° Beccaria categoria velisti 1097 voti
    7° TEVERE REMO MON ILE categoria barche 995 voti
    8° GENTILINA categoria barche 900 voti
    9° CAVALLO PAZZO II categoria barche 771 voti
    10° De Paoli con 765 voti
    11° Belvisi Cevola con 753 voti
    Il primo classificato ha avuto il premio speciale come più votato, quindi sono stati scelti i seguenti 5 finalisti:
    2° Galimberti categoria young 2926 voti
    3° Tomasoni categoria young 2862 voti
    6° Beccaria categoria velisti 1097 voti
    10° De Paoli categoria velisti 765 voti
    11° Belvisi Cevola categoria progettisti / manager con 753 voti
    Ho letto i curriculum dei velisti Beccaria e De Paoli, rispettivamente votati 1097 e 765 volte, e poi quello del velista De Felice votato ben 2765 volte; ebbene dal confronto – dei curriculum innanzitutto e poi del numero di voti – emerge che la vostra scelta è stata semplicemente pessima, inadeguata … i miei più vivi complimenti.
    Giuseppe Giannini

    • Giornale della Vela ha detto:

      Buongiorno signor Giannini, il regolamento parla chiaro: i voti del pubblico nell’ultima fase sono consultivi (in molti casi la volontà popolare è coincisa con quella della Giuria, in altri no) e le categorie sono indicative (e non costituiscono quindi classifiche separate)

      http://velistadellanno.giornaledellavela.com/regolamento/

      Cordiali saluti,
      la Redazione del Giornale della Vela

      • Giuseppe Giannini ha detto:

        Salve, Redazione del Giornale, alcun dubbio avevo circa il regolamento. Molti ne ho, ribadisco, leggendo e confrontando i curriculum … da cui la vostra scelta ”pessima ed inadeguata”.
        Cordialità.
        Giuseppe Giannini

  3. donatella martellotti ha detto:

    Potrebbe esser meglio costituire categorie separate invece del calderone:in tal modo empatia con il pubblico votante e curricula sarebbero esaminati con più attenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi