developed and seo specialist Franco Danese

I Figli del Vento: a tu per tu con i “Nacristi” azzurri e Santiago Lange. VIDEO e FOTO

Come “strambare” in solitario con più di 18 nodi (senza autopilota)
22 aprile 2019
VELA Cup
Hai la barca in Liguria? Allora non perderti la veleggiata più divertente del Tirreno!
22 aprile 2019

Da quando esiste il Nacra 17 come barca olimpica l’Italia è stata una delle nazioni che ha espresso il livello tecnico più alto, prima durante il quadriennio dell’olimpiade di Rio e poi ripetendosi con quello in corso. Nell’olimpiade brasiliana Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri arrivarono a un soffio della medaglia, oggi alcuni interpreti sono cambiati, Bissaro regata in coppia con la romana Maelle Frascari e tra i leader indiscussi in Coppa del Mondo ci sono Ruggero Tita e Caterina Banti, campioni europei e mondiali in carica.

Ruggero Tita e Caterina Banti in regata a Genova. Foto Giuffrè/Giornale della Vela

Vittorio Bissaro e Maelle Frascari. Foto Giuffrè/Giornale della Vela

La squadra azzurra, di cui fanno parte anche i fortissimi Bressani-Zorzi e i giovani Ugolini-Giubilei, resta una delle migliori a livello internazionale, già qualificata per le Olimpiadi di Tokyo, e adesso attesa dal delicatissimo passaggio della selezione interna per l’Olimpiade.

Vittorio Bissaro e Maelle Frascari

Alla Hempel World Cup di Genova i risultati non sono stati quelli sperati, con tutti i nostri fuori dal podio, complice una settimana di vento molto instabile con un livello della flotta che si va alzando evento dopo evento e continuerà a farlo fino all’Olimpiade.

Caterina Banti e Ruggero Tita

DALLE BANCHINE DI GENOVA

Non ci siamo fatti scappare però l’occasione di fare due chiacchiere con i due nostri equipaggi di punta, i campioni del mondo in carica Tita-Banti e Bissaro-Frascari. Ad arricchire la nostra chiacchierata a tema Nacra la leggenda olimpica argentina Santiago Lange, tre medaglie olimpicbe tra cui l’oro a Rio in Nacra 17, del quale pubblicheremo a breve anche la sua intervista integrale.

Santiago Lange

“Tutti gli altri crescono e arrivano, quindi ci sarà da giocare”, ci ha detto Ruggero Tita, “la competizione interna non può che far bene alla nostra squadra che è una delle migliori al mondo” gli fa eco Vittorio Bissaro, che ci ha raccontato anche perché ami questo catamarano olimpico: “Sono innamorato delle barche che vanno veloce, ho sempre avuto una passione per l’evoluzione e per le avanguardie della tecnica. Il Nacra oggi è la prima barca olimpica che vola, quando saremo vecchietti sarà bello ricordare che siamo stati i primi a imparare come far volare una barca olimpica”.

Riprese e montaggio Bacci del Buono

Testi Mauro Giuffrè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.