Genova sta per essere invasa da 400 barche e oltre 600 velisti. VIDEO

Unica, sola, ed inimitabile vela olimpica, non ci sono paragoni, e presto l’avremo in Italia, in uno degli eventi clou della stagione, la Hempel World Cup di Genova, la tappa di coppa del mondo. 8 classi in regata, 400 barche, oltre 600 velisti, sono questi i numeri che stanno per sbarcare a Genova in un evento cruciale in vista delle Olimpiadi di Tokyo.

Una regata che in Italia manca da tanto, troppo tempo, una grande occasione per la nostra vela e la città di Genova. Alle olimpiadi manca ormai poco più di un anno, e la nazionale italiana vuole giocare un ruolo da protagonista, per cui le regate di Genova saranno vere, tirate fino all’ultimo bordo e soprattutto ci saranno gli equipaggi top di ogni classe con un livello tecnico che si annuncia siderale.

Otto delle dieci classi olimpiche scenderanno nelle acque del golfo di Genova per conquistare punti utili alla qualifica per la finale di giugno a Marsiglia (con la tappa di Genova infatti concorrono anche i precedenti eventi di Enoshima, Giappone lo scorso settembre, e Miami, USA a gennaio). Si tratta dei 470 maschili e femminili, dei Laser Standard e Radial, dei 49er e degli FX, dei Finn e dei catamarani foiling Nacra 17. Assenti le tavole a vela, gli RS:X maschili e femminili, schiacciati da un calendario troppo fitto che li vede impegnati fino a sabato nella baia di Palma per il Campionato Europeo, e quindi impossibilitati a raggiungere per tempo il capoluogo ligure. Tutti i top atleti italiani delle altre classi saranno invece schierati a cominciare dalle beniamine di casa Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini, la prima è infatti genovese.

Il programma sportivo partirà lunedì 15 aprile con una serie di regate di qualificazioni, seguita poi dalle fasi finali da cui emergeranno i migliori 10 di ogni classe che parteciperanno alle Medal Race in programma sabato 20 e domenica 21, con le classi ‘veloci’ previste il sabato, mentre le derive più lente faranno la regata finale a punteggio doppio la domenica.

I campi di regata
Lo sforzo organizzativo per una manifestazione di questa portata è davvero imponente. Ogni Classe di imbarcazioni ha infatti un suo campo di regata e una sua organizzazione dedicata, sia in termini di ufficiali di gara, giudici, posa boe, mezzi di assistenza e di sicurezza. Ii campi di regata saranno posizionati di fronte alla città in uno specchio acqueo che parte dal Lido di Nervi sino all’aeroporto.
La logistica e la gestione sportiva in acqua prevede dunque l’utilizzo di quasi 200 imbarcazioni divise sui vari campi.

Il Sailing Village
L’unicità del successo di questa manifestazione risiede anche nell’eccezionalità delle infrastrutture del quartiere fieristico, già rodate con successo in occasione dei Campionati Italiani Classi Olimpiche dello scorso anno. Il cuore delle attività a terra saranno le aree del quartiere fieristico, messe a disposizione dal Comune di Genova, con il supporto di Porto Antico/Fiera di Genova, e aperte al pubblico per l’occasione: il grande padiglione di Jean Nouvel che, forte dei suoi 15.000 metri quadrati coperti, sarà un’enorme ‘base velica’ unica nel suo genere. Qui troveranno ricovero le imbarcazioni più piccole, le aree ristoro, gli spogliatoi per gli atleti, le aree meeting, le stazze e gli uffici degli ufficiali di gara. Il padiglione ha l’accesso diretto sulla darsena interna dove saranno posizionati gli scivoli per tutte le Classi, così da consentire le operazioni di alaggio e varo in tempi molto rapidi.
Tutta l’area intorno al padiglione blu sarà dedicata a Laser, 470, Finn, mentre nel villaggio sotto la tensostruttura, vi sarà il Race Village, l’area Street Food e un ulteriore boat park.
Nella nuova darsena, troveranno ospitalità i Nacra 17 e i 49er.
Nel mezzanino del piano B sono state previste sale stampa e gli uffici dei giudici federali, con una magnifica vista su tutta l’area operativa.

https://wcsgenova.com/


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Neo 570c

Neo 570c, il fast cruiser (17 m) fuori dal coro

Ci sono progetti nuovi e ci sono progetti innovativi. Come anche ci sono tutti quei progetti che stanno un po’ a metà, galleggiando nel mezzo, sfiorando l’uno o l’altro limite. E poi c’è il nuovo Neo 570c, che gioca in

Quanto costa il tagliando del motore entrobordo?

Quanto mi costa il tagliando del motore entrobordo? Conti alla mano, ecco le voci fatturate da una officina autorizzata per la  manutenzione periodica del motore di una barca a vela da crociera di 9-12 metri. Quanto costa il tagliando del

Cinque emergenze a bordo e come risolverle

Ci sono situazioni in cui nessuno vorrebbe mai capitare, dalle più semplici e banali a quelle più pericolose. Ecco perché bisogna essere sempre pronti a risolvere le diverse emergenze a bordo. Prepararsi accuratamente prima di salpare è già un ottimo

Torna su