developed and seo specialist Franco Danese

Tra un mese al VELA Festival l’evento che racconta il futuro della vela

Strane storie dal Mar Nero: in barca a vela verso “l’isola fantasma”
4 aprile 2019
Figaro 3, buona la prima: alla Sardinha i giovani mettono in scacco le vecchie volpi
5 aprile 2019

Manca ormai meno di un mese all’inizio di un’edizione del Tag Heuer Vela Festival particolarmente attesa, dal 2 al 5 maggio a Santa Margherita Ligure. Oggi, a un mese esatto, vi presentiamo nel dettaglio uno degli eventi in programma, quello del 4 aprile alle ore 16 sul palco allestito lungo le banchine del Porto (E a seguire lo stesso giorno ci sarà un altro evento che comunicheremo a breve, con altri grandi ospiti). 

Un appuntamento durante il quale abbiamo deciso di riunire sul palco alcuni esponenti di quella che potrebbe essere la vela del futuro. Un evento sicuramente pensato anche per le nuove generazioni e in generale per tutti coloro che amano vedere il nostro sport con una mentalità aperta e guardano con curiosità alle innovazioni che arrivano da più fronti.

CARLO DE PAOLI

Dal mondo del foil avremo come ospite Carlo De Paoli, uno dei velisti “volanti” italiani di maggiore successo, già vice campione europeo e campione italiano nella classe Moth. La sua è la storia di come un grande appassionato di vela, che nella vita fa il farmacista, sia diventato un semi professionista di altissimo livello, con la passione viscerale per la velocità e la vela volante.

 

 

SOFIA TOMASONI

Alla prima apparizione del kiteboard TT:R (Twin Tip Racing) alle Olimpiadi (per ora solo quelle giovanili) l’Italia sale subito sul tetto del mondo con la straordinaria Sofia Tomasoni, dopo una una stagione ricca di soddisfazioni: in un anno ha trionfato al mondiale e all’europeo giovanile a Dakhla in Marocco, al mondiale kitesurf e anche ai campionati nazionali giovanili, oltre ad aver vinto l’argento ai mondiali youth di TT:R.

FRANCESCO BELVISI E DANIELE CEVOLA

I due giovani progettisti palermitani sono un vulcano di invenzioni e innovazione. Con la loro società Ocore, che si occupa di stampa 3D, robotica e materiali compositi polimerici avanzati, hanno costruito la prima barca al mondo stampata in 3D, un Mini 650 destinato allo skipper italiano Alessandro Torresani per partecipare alla Mini Transat 2019.

 

 

SCOPRI TUTTE LE NEWS DEL VELA FESTIVAL 2019

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi