BARCHE USATE. A35, per regatare non solo tra le boe

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

Slanciato e ben proporzionato nelle linee, con una carena estremamente bilanciata, in grado di offrire valide performance in tutte le condizioni. Ecco come si presenta questo 35 piedi disegnato dalla coppia Michel Joubert e Bernard Nivelt. Una barca nata per la regata e competitiva secondo i regolamenti Irc e Orc International. L’opera viva è caratterizzata da sezioni arrotondate e da un altro coefficiente prismatico che garantisce buona governabilità nelle andature portanti anche in presenza di vento sostenuto. Le fiancate basse sull’acqua e dalla forma svasata permettono sia di ridurre al massimo la superficie bagnata sia di guadagnare sul rating dell’IRC, visto che in questo tipo di regolamento il baglio massimo viene misurato in coperta. Lo scafo, realizzato con il metodo dell’iniezione, è dotato di un’elevata rigidità strutturale ed è caratterizzata da un rigoroso rispetto dei pesi, utile per le performance a vela.

COPERTA

Ottimizzato per un uso agonistico, il layout di coperta ha tutte le manovre posizionate in modo da risultare intuitive e facilmente utilizzabili. La scotta randa, armata alla tedesca, arriva direttamente su due winch situati a poppavia della posizione del timoniere, in una zona dove il randista ha parecchio spazio per muoversi agevolmente. La larghezza limitata della tuga rispetto al baglio massimo della barca permette di avere dei passavanti larghi e liberi da ingombri.

INTERNI

Seppure spartani, gli interni sono completi di tutto il necessario per chi decide di usare l’A35 per brevi crociere. L’originale soluzione della zona di prua separata con una paratia di tela permette di percepire un buon volume open space appena si scende la scaletta d’ingresso. Buona la luminosità degli ambienti grazie all’ampia finestratura.

Valutazione media sul mercato dell’usato 60.000 euro

Lunghezza fuori tutto 10,59 m

Larghezza 3,55 m

Sup. velica 68,00 mq

Pescaggio 2,05 m

Dislocamento a vuoto 4450 kg

Posti letto 4

Serbatoio acqua 100 l

Serbatoio carburante 30 l

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Neo 570c

Neo 570c, il fast cruiser (17 m) fuori dal coro

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >> Ci

Rendering del nuovo CNB 78

CNB 78, il super 23 metri di Briand costruito in Italia

CNB presenta al salone di Düsseldorf il mock-up del nuovo 78 piedi, che sostituirà il CNB 76. La nuova barca, al momento ancora in progetto, verrà costruita ad Aquileia (Udine), il cantiere CNB infatti ora è parte del gruppo Solaris.

Torna su