Compie 75 anni la Rolls Royce dei wc marini, il Blake & Sons

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.


Ha compiuto 75 anni di vita la Rolls Royce dei wc marini, il mitico Blake & Sons
. Un compleanno importante per uno degli accessori da barca di cui si parla poco, ma che sono uno dei “punti caldi” dell’attrezzatura. Quindi, bando all’ipocrisia, parliamo di questo wc gioiello che resiste, quasi identico da 75 anni ed è considerato il miglior wc marino tutt’ora in commercio.

Perché è considerato il top? Perché è semplicissimo, si smonta con una facilità stupefacente e ha un segreto che lo rende tutt’ora unico rispetto agli innumerevoli modelli sul mercato: ha due pompe separate, come dice il manuale, possiede “Sistemi di pompaggio separati assicurano che l’acqua pulita e i rifiuti non vengano mai mescolati”. Nessun altro ha attuato questo accorgimento, ovviamente più costoso dell’uso di una sola pompa per immissione dell’acqua e la sua espulsione. Il sistema di Blake & Sons diminuisce di molto il rischio di intasamenti e spiacevoli bloccaggi del maccanismo che chi va in barca ben conosce.

I wc Blake & Sons, realizzati tutt’ora in Inghilterra (neanche una vite è cinese) sono prodotti in due soli modelli che si differenziano solo per le dimensioni della tazza e dell’asse: il Baby Blake e il Victory.

Perché sono dei “gioielli”? Pensate, niente pezzi di plastica ma solo materiali marini pregiati. Il meccanismo di azionamento è costruito in bronzo per una vita lavorativa eccezionalmente lunga, il sedile è rigorosamente in legno (bianco o color legno verniciato a coppale), la tazza è in pregiata porcellana.

Ovviamente gli ultimi modelli sono adatti per l’uso con serbatoio di acque nere e il montaggio è facilitato e sicuro sopra o sotto la linea di galleggiamento con pratiche valvole di chiusura.

LA STORIA DI BLAKE & SONS

Blakes Lavac Taylors Limited può far risalire la sua storia al 1798, quando iniziò la sua attività a Gosport, nell’Hampshire come Blake & Sons, fornendo una gamma di lavorazione del metallo per le barche di quel periodo. Con i cambiamenti nella progettazione delle imbarcazioni all’inizio del secolo scorso, la domanda di molti di questi articoli è diminuita e Blakes si è concentrata sempre più sull’idraulica nelle imbarcazioni, in particolare nella produzione di bagni e rubinetti.

Questi incorporavano leghe di rame di alta qualità resistenti all’acqua di mare e l’azienda divenne riconosciuta come specialista in questo campo. Nel 1969 Blakes ha aggiunto alla sua gamma di attrezzature idrauliche con l’acquisto di Lavac, ed è tornata nel campo della cucina e del riscaldamento con l’acquisizione della nota attività di Taylors 1981.

Verso la fine degli anni ’80 l’azienda si trasferisce a Poole, dove commercia come Chillington Marine, fino al febbraio 1999 quando la gamma di prodotti Blake, Lavac e Taylor vengono acquisiti dall’attuale azienda e trasferiti a Warsash.

Per saperne di più: www.blakes-lavac-taylors.co.uk

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

L’imbianchino che rubò la Coppa America agli americani

Chissà se gli americani avrebbero mai immaginato che a interrompere il loro dominio sulla Coppa America, con un record durato 132 anni e 24 edizioni, sarebbe stato un nativo Inglese, emigrato in Australia dove aveva cominciato la sua carriera professionale

vacanza in barca

Noleggiare la barca con le garanzie delle agenzie di viaggio

Nel nostro articolo “Noleggiare la barca online, ecco 6 imprevisti” abbiamo sottolineato i rischi di una prenotazione online fai-da-te di una vacanza in barca senza garanzie. Un nostro lettore, Gianni Costetti, di Navalia SRL,  specialista del settore dal 1996 ci

Torna su

Registrati



Accedi