developed and seo specialist Franco Danese

Cade dalla barca in Pacifico, si salva gonfiando d’aria i suoi jeans. Ecco come ha fatto

Il fuoribordo per il tender della vostra barca? Lo scegliete con un click
14 marzo 2019
Esiste la polizza ideale per chi va in barca? Si, ecco come ottenerla
15 marzo 2019

arne murke
Una bomata improvvisa, e si è ritrovato in acqua, al largo della costa neozelandese di Gisborne
: Arne Murke, marinaio tedesco di 30 anni, stava trasferendo assieme al fratello la barca a vela di 12 metri Wahoo dalla Nuova Zelanda al Brasile). In un primo momento è rimasto con un braccio impigliato sotto lo scafo, poi non è riuscito a raggiungere il salvagente che il fratello gli aveva lanciato: la corrente e le onde di tre metri lo hanno trascinato via.

SALVO GRAZIE AI JEANS
Murke non si è perso d’animo. Si è ricordato di una tecnica impiegata dai Navy Seal, le Forze Speciali Americane: ha annodato le estremità dei suoi jeans e li ha gonfiati trasformandoli in un giubbotto di salvataggio. Ha dichiarato al New Zealand Herald: “L’ho visto fare molto tempo fa e ho sempre pensato: se mai dovessi finire fuoribordo senza un giubbotto di salvataggio lo farò”.

IL VIDEO DEL SALVATAGGIO

Nel frattempo il fratello di Arne ha allertato i soccorsi e un elicottero della Hawke’s Bay Rescue è riuscito a localizzarlo e recuperarlo, tre ore dopo che era caduto in acqua. Lo stratagemma utilizzato da Murke lo ha tenuto a galla evitandogli sforzi e il rischio di lasciarsi andare per lo sfinimento: “Ero sott’acqua e pensavo … fallo per tua figlia! Resisti”, ha dichiarato.

COME REALIZZARE UN GIUBBOTTO CON I PROPRI JEANS

Il tedesco ha dichiarato di essersi spaventato, ma che non smetterà di navigare. L’esperienza gli ha insegnato di prestare maggiore attenzione e sicuramente, nelle prossime lunghe navigazioni, non si dimenticherà di attaccarsi alla jack line.

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI CROCIERE & AVVENTURE

1 Comment

  1. umberto ha detto:

    C’è ne sono anche altri di sistemi “interessanti”, con la maglietta, con la cerata e anche uno con gli stivali: se decidete di levarvi gli stivali potete svuotarli d’acqua, infilarli capovolti in mare mantenendoli pieni di aria e posizionarveli come delle stampelle sotto le ascelle… Ma perchè non usare la cintura di sicurezza un po più spesso?
    Umberto Verna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.