developed and seo specialist Franco Danese

Non chiamatelo daysailer! Trecento miglia in solitario su un 8 metri carrellabile

Storie di passione e sacrificio dal Velista dell’Anno TAG Heuer (e tra due giorni si vota di nuovo!)
27 febbraio 2019
Mini 650 clinic
“Non ve lo ha prescritto il medico di fare i navigatori oceanici”
27 febbraio 2019


Della serie… non chiamatelo daysailer
. La bella storia che ci racconta Lorenzo Camillo dimostra come anche con una piccola (ma ben costruita e attrezzata) barca come il Saffier SC 8m, sia possibile portare a termine, in totale tranquillità e persino in solitario, vere e proprie crociere lunghe, con un media di 30 miglia al giorno. Ecco cosa scrive Lorenzo,  agente immobiliare, 74 anni appena compiuti.


DALLA LIGURIA ALLA SARDEGNA SU UN SAFFIER SC8

Vi racconto la mia piccola avventura di trasferimento in solitario con la barca nuova dalla Liguria alla Sardegna in questi giorni invernali.

Ho scelto di comprare una piccola barca a vela di 8 metri (Saffier SC8, il nome è Mabi 3), per poter godere il mare anche d’inverno, per uscire da solo in quelle bellissime giornate assolate sarde che capitano spesso. La mia scelta è caduta su un cantiere olandese, il Saffier, i cui titolari, guarda caso, sono cresciuti a Sydney in Australia.


Altra nota particolare, in quel cantiere sulla mia barca ha lavorato un ragazzo sardo, Jarno, di Sassari-Alghero: mi hanno poi riferito che si è emozionato quando la vide partire per la sua terra. La barca me l’hanno consegnata il 6 Febbraio a Varazze vicino a Savona e da lì me la sono portata giù da solo”. Fine della storia. La fa semplice, Lorenzo.

Il test del jet thruster a Varazze

Poi aggiunge: “Nota tecnica per i velisti: la barca è dotata di tutti gli strumenti e le attrezzature che facilitano la navigazione in piena sicurezza e comprendono il pilota automatico, il fiocco autovirante, winch elettrico, terzaroli (riduzione delle vele) rinviati in pozzetto ecc”.

Abbiamo notato anche uno sprayhood avvolgente, molto raro sui piccoli daysailer, ma in questo caso più che funzionale alla navigazione invernale e in solitario.

Ho aggiunto un’altra primizia tecnologica mai vista su barche piccole, il jet thruster, un idrogetto che consente di girare la barca su se stessa, utile all’attracco con vento di traverso, che spero mi consentirà di continuare ad usare la barca anche in veneranda età.

Per dormire durante questa navigazione mi sono alternato su cuccetta in barca e in B&B in qualche porto”.

Infine, il bilancio dell’avventura: “Distanza percorsa 300 Miglia, partenza 7 febbraio con arrivo a Porto Cervo il 18, con un giorno fermo a La Spezia per cattivo tempo. Media di 30 Miglia al giorno con la tratta più lunga, Porto Taverna/Campoloro – Porto Vecchio (Corsica) 50 Miglia”.

I NUMERI DEL SAFFIER SC 8m
Lunghezza 8 m
Baglio max. 2,45 m
Pescaggio 1,03 m
Dislocamento 1.800 kg
Zavorra 760 kg
Randa 20 mq
Fiocco autovirante 10,85 mq
Fiocco 108% 16 mq
Gennaker 45 mq
Spinnaker 42 mq
Motorizzazione Yanmar 15 HP
Serbatoio carburante 45 l
Serbatoio acqua dolce 60 l
Cuccette 4
www.settemariyacht.it
https://saffieryachts.com/it/

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI CROCIERE, AVVENTURE & NOLEGGIO

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi