SPECIALE USATO. M37, una barca che ha fatto la storia

Continuiamo nella nostra rubrica alla scoperta delle chicche dell’usato. Dopo avervi parlato del Comet 41S (Leggi QUI), andiamo a riscoprire un altro modello che ha segnato un’epoca. E’ stata la barca che ha rivoluzionato il mondo delle regate ORC. Lanciata nel 2009, su disegno di Maurizio Cossutti, ha vinto tre titoli mondiali e svariati titoli italiani, diventando una vera e propria barca cult. Prodotta dal cantiere 2Emme Marine che dopo un fallimento ha trovato una nuova proprietà e ha ripreso a produrre la barca. Se qualcuno si chiede se questo progetto è ancora attuale o meno, rispondiamo con un dato: la nuova versione M37 FA(che si differenzia dalla vecchia soprattutto per interni più ricchi), ha ottenuto il terzo posto di classe alla Middle Sea Race 2017. Trovarla usata non è affatto semplice dato che ce ne sono in giro poche e chi ce l’ha se la tiene molto stretta.

IL PROGETTO

Undici metri e 21 centimetri di grande personalità, realizzato in materiali di grande pregio, l’M 37 è un fast cruiser dotato di volumi immersi studiati per essere competitivi al massimo nelle regate con i compensi. Ottenuto da stampo femmina in carbonio, lo scafo è realizzato in materiale composito laminato sottovuoto, con fibre unidirezionali e multiassiali di vetro. Sul fondo è stata integrata una struttura in acciaio in grado di supportare gli sforzi della chiglia e dell’albero, collegato a rinforzi in fibra di carbonio. Le paratie strutturali sono invece in compensato marino impiallacciato, incollate sia alla coperta che allo scafo. La chiglia, in profilo idrodinamico con sezioni studiate appositamente per questo progetto, è dotata di bulbo di circa 1800 kg.

COPERTA

La coperta, caratterizzata da una tuga dal design originale, ha un layout in linea con la vocazione sportiva della barca. Il pozzetto gode di volumetrie generose e di un’ergonomia studiata per la comodità e il relax dell’equipaggio in crociera. La tuga, bassa e aerodinamica, è caratterizzata da un’ampia finestratura longitudinale e da una forma ellittica che si connota come family feeling del cantiere.

INTERNI

A dispetto delle linee basse della tuga, gli interni di questo 11 metri sono caratterizzati da grande comfort e abitabilità, con una particolare attenzione all’ergonomia degli spazi e all’armonia delle forme. Le soluzioni progettuali conferiscono ottima vivibilità e ampio respiro a tutti gli ambienti. La suddivisione interna standard può essere personalizzata dall’armatore.

VALUTAZIONE USATO: difficile fare indicare una media costo precisa dell’usato dato che in giro ce ne sono poche e molto dipende da quante regate ha fatto la barca, da come è stata tenuta, e da come viene attrezzata per il corredo vele. Assai difficile trovarla a meno di 100.000 euro. 

 

Lunghezza fuori tutto 11,21 m

Larghezza 3,50 m

Sup. velica 86,5 mq

Pescaggio 2,00 m

Dislocamento a vuoto 5600 kg

Posti letto 6


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Rendering del nuovo CNB 78

CNB 78, il super 23 metri di Briand costruito in Italia

CNB presenta al salone di Düsseldorf il mock-up del nuovo 78 piedi, che sostituirà il CNB 76. La nuova barca, al momento ancora in progetto, verrà costruita ad Aquileia (Udine), il cantiere CNB infatti ora è parte del gruppo Solaris.

Torna su