developed and seo specialist Franco Danese

VIDEO e FOTO Le poiane “veliste” che danno spettacolo in mare aperto

B34: Luca Brenta Yachts ripensa la dimensione day sailer
18 febbraio 2019
bandiere dei pirati
CONOSCERE Le bandiere dei pirati (e voi, quale scegliereste?)
18 febbraio 2019


Lungo le banchine del Porto Antico di Genova domenica scorsa c’era un assembramento di gente fuori dal comune. Incuriositi, ci siamo avvicinati e abbiamo visto che a bordo di tre barche a vela si stava preparando un’esibizione di falconeria in mare aperto. Poco prima che mollassero gli ormeggi, abbiamo chiesto agli equipaggi di mandarci foto e video una volta al largo.

Protagonisti della singolare performance, chiamata “Falcon Sailing Experience” Francesca Biasia, veterinaria di professione e falconiere per passione, che gestisce un centro di allevamento di rapaci a Cambiago (Milano) e lo skipper spezzino Fausto Omoboni: e ovviamente le star, due poiane, un maschio e una femmina, che hanno volato con professionalità da una barca all’altra una volta al largo.

Falconeria e nautica. Sembrerebbe il titolo di un’improbabile rivista, come la famosa “Cavalli & Segugi” per cui Hugh Grant affermava di lavorare nel film “Nottingh Hill”. Ma in realtà rapaci e barche non sono così distanti come potrebbero sembrare. Falchi e poiane sono utilizzati in porti (oltre che negli aeroporti, in alternativa alle poco ecologiche cannonate di butano) come “guardiani” contro i gabbiani e altre specie che nidificano sugli alberi delle barche a vela.

Ecco, tra foto e video, le avventure delle due poiane “veliste”.

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI “GENTLEMEN & SKIPPERS”

1 Comment

  1. giuseppe ha detto:

    una cosa veramente penosa, offesa considerarla falconeria…di questo passo chissà dove andremo a finire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi