developed and seo specialist Franco Danese

Festa italiana in Nuova Zelanda: il mondiale O’pen Bic parla italiano

Al Marina di Loano la grande altura con il primo Campionato Invernale
6 gennaio 2019
Velista dell’Anno Hall of Fame | Giovanni Soldini, la superstar (1995)
6 gennaio 2019

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Giovani velisti italiani crescono. Vincere una competizione internazionale, su qualsiasi barca, non è mai facile. Vincere un mondiale nella lunghissima trasferta neozelandese è qualcosa che resta per sempre. L’azzurro Davide Mulas (LNI Sulcis) domina la settimana di regate del Mondiale O’Pen Bic 2019 disputato nella Baia delle Balene in Nuova Zelanda e con questa serie di risultati – 1,3,1,1,8,3,6,10,4,(12),(11),2 – vince la medaglia d’Oro tra gli Under 17.

In seconda piazza l’australiano Travis Wadley, medaglia d’Argento. Terza posizione per un altro italiano Leopoldo Sirolli (CV Arco) che piazza un primo posto nell’ultima prova di oggi, scalza dal podio il padrone di casa Josh Hyde, quarto in classifica generale, e si prende una meritata medaglia di Bronzo. Quinto l’australiano Zachary Sprunt.

Sempre tra gli U17 da segnalare il nono posto di Ludovica Cui (LNI Sulcis), il 17esimo di Federica Benvenuti Gostoli (LNI Ancona), il 20esimo di Leonardo Nonnis (LNI Villasimius) e il 64esimo di Alice Sussarello (LNI Sulcis).

Nella classe Under 13 il primo posto e la relativa medaglia d’Oro se li aggiudica l’australiana Breanne Wadley seguita dal neozelandese Ted Houry, medaglia d’Argento e dalla francese Tiphaine Rideau, medaglia di Bronzo. Quarta l’australiana Zachary Sprunt e quinto il giapponese Saki Nukui. Chiudono il Mondiale in decima e 57esima posizione rispettivamente gli azzurrini Elias Nonnis (LNI Villasimius) e Chiara Sussarello (LNI Sulcis).

I 133 giovani velisti presenti a Manly Bay, Auckland, Nuova Zelanda per il Campionato del Mondo 2019 hanno regalato una settimana di gare eccellenti e serrate – tutte realizzate con il senso del divertimento e del fair play che sono caratteristiche fondamentali del concept O’pen BIC – e hanno avuto l’opportunità di regatare davanti agli occhi di una leggenda della vela mondiale, nonché patrono dell’evento, Sir Russell Coutts.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi