developed and seo specialist Franco Danese

Il Signature 510 diventa D Light: ecco la versione high-tech del cat Privilege

TECNICA Per non finire con l’acqua alla gola, ecco come cavarvela da soli
4 gennaio 2019
Velista dell’Anno Hall of Fame | Paul Cayard, il “baffo d’oro” (1993)
4 gennaio 2019

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

La gamma Privilege ve l’avevamo raccontata recentemente all’interno del nostro speciale catamarani, nella quarta puntata (Leggi QUI), ma nel frattempo il cantiere ha annunciato un upgrade interessante destinato a chi ha a cuore le performance. Stiamo parlando della versione D Light del Signature 510. Di cosa si tratta?

La firma D-light racchiude l’eccellenza tecnologica che unisce velocità e comfort high-tech. Come? Grazie alle attrezzature interne ed esterne più leggere. Tutto il rigg, ottimizzato e rivisto, è progettato con materiali ad alte prestazioni: un albero in carbonio, boma in carbonio, un rigging in Kevlar e vele a membrana più grandi.

Tutti gli elementi strutturali, i mobili e le assi del pavimento sono anche più leggeri grazie a un nucleo di schiuma. Rinforzi in carbonio nel ponte e le paratie contribuiscono anche a ridurre il peso complessivo.

Infine, l’interior design proposto da Darnet Design si integra perfettamente con l’idrostatica dell’architetto navale Marc Lombard. Questa versione  D-light  si combina perfettamente con il suo interno moderno, puro e funzionale che offre possibilità illimitate.

La notevole riduzione di peso (10%) e la rigidità sotto vela svelano uno spirito sportivo a questa versione. Il vero DNA di Privilège è ancora presente: alta qualità di costruzione e finiture di prima classe, design raffinato, eccellenza marittima e molte possibilità di personalizzazione.

www.nautigamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi