developed and seo specialist Franco Danese

Rolex Sydney to Hobart, partiti! Black Jack prova la fuga, Comanche risponde

Dalla lotta contro la leucemia al giro del mondo in barca | Seconda Puntata
25 dicembre 2018
ecorimessaggio
Medplastic presenta: ECORIMESSAGGIO (cosa smaltire e dove farlo)
26 dicembre 2018

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Comanche, il 100 piedi detentore del record di traversata dell’Atlantico. Viene considerato il monoscafo più veloce del mondo.

Ci siamo, la super classica delle super classiche è appena partita, la Rolex Sydney to Hobart sta muovendo le prime miglia ed è subito sfida tra i super maxi, come da aspettative. Sono 85 le barche in regata per le 628 miglia più famose della vela offshore e non ci sono quest’anno scafi con il tricolore a poppa. A bordo di Teasing Machine, l’NM 54 di Eric de Turckheim , ci sarà l’italiano Gabriele Ulivo, e in regata ci sarà anche l’Advanced A80 Apsaras del cantiere Advanced costruito a Pesaro da Adria Ship.

Le condizioni atmosferiche raccontano di una partenza tipicamente estiva da Sydney con 10-15 nodi di nordest che andrà rinforzando nelle prossime ore fino a 25 nodi, facendo schizzare in alto le velocità.

Grande attesa per la super sfida tra i maxi in regata. Riflettori puntati sulla sfida tra il 100 piedi Wild Oats XI della famiglia Oatley,skipper Mark Richards, Juan Vila navigatore, e Comanche di Jim Cooney con Simon Fisher navigatore. Ma attenzione anche al R/P 100 Black Jack (tattico Brad Butterworth, il primo a uscire dalla baia di Sydney) e il Juan Kouyoumdjian 100 Infotrack con a bordo anche il veterano della Volvo Ocean Racer Bouwe Bekking. Da Hong Kong arriva poi il Dovell 100 piedi Scallywag di Huang Lee con David Witt, anche lui fresco di Volvo.

Tracker QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi