TECNICA – Come disormeggiarsi all’inglese senza l’aiuto di nessuno


Non ci stancheremo mai di ripeterlo, se navigate con un equipaggio ridotto o alle prime armi, dovete ragionare come navigatori solitari. Questo è il concetto che abbiamo deciso di portare avanti nella rubrica a cura dell’esperto skipper Luca Sabiu: se non potete contare che su voi stessi, a bordo di una barca a vela, dovrete eseguire manovre semplici che si basano su gesti studiati e collaudati. Senza mai agitarsi, perché trasmettere paura all’equipaggio peggiorando la situazione. Oggi vediamo come disormeggiarsi all’inglese senza l’aiuto di nessuno.

MOLLARE GLI ORMEGGI ALL’INGLESE DA SOLI
In questo caso la manovra che vi spiego è stata eseguita con uscita di poppa, ma ovviamente se non ci sono impedimenti particolari, come la presenza di altre barche, è molto più comoda l’uscita con l’allontanamento della prua dalla banchina perché non dovrete andare a prua a liberare lo spring ma lo potete liberare direttamente senza spostarvi dal pozzetto.


1. Quando la barca è ancora ormeggiata, sistemate uno o più parabordi a prua nel punto estremo della barca.


2. Riposizionate le cime liberando quella di poppa e creando uno spring dalla galloccia di prua a una bitta in banchina all’altezza di metà della barca.


3. Accendete il motore, poi marcia avanti e timone scontrato verso la banchina. In questo modo la poppa si allontanerà dalla banchina creando un angolo sufficientemente ampio da permettervi di allontanarvi dalla poppa e avere il tempo necessario per andare a prua a liberare lo spring.

4. “Cogliete l’attimo” e mettete in folle per poi andare a prua a liberare lo spring.

5. Tornate a poppa e mettete marcia indietro riportando il timone al centro. In questo modo anche la prua si allontanerà dalla banchina e avrete completato il disormeggio

CHI E’ LUCA SABIU

Luca Sabiu, 43 anni, è milanese di nascita e “cittadino del mare per adozione dall’età di 5 anni”. Comandante navi da diporto, istruttore con più di 200 allievi all’attivo, professionista oceanico e navigatore solitario da tempo in prima linea per la sensibilizzazione alla sicurezza in mare. Collabora con la Scuola Nautica Vivere la Vela, a capo del team d’eccellenza Mastersail: i suoi corsi di formazione alla navigazione d’altura sono un’esperienza unica a 360°.

www.viverelavela.com

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI TECNICA E ACCESSORI


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

5 idee regalo di Natale per appassionati di nautica

Regali di Natale: 5 idee perfette per chi va in barca

  In cerca di regali di Natale da fare ad un appassionato di nautica? Abbiamo la soluzione per te, anzi cinque soluzioni, direttamente direttamente dallo stand di Indemar – distributore italiano di componenti e accessori nautici – alla Milano Yachting Week. Ecco

Torna su