developed and seo specialist Franco Danese

VIDEO Può esistere la barca completamente eco-friendly?

In arrivo un nuovo SUPERNIKKA?
28 novembre 2018
Coppa America: nuovo termine per le iscrizioni il 31 dicembre. Inizia la Guerra Fredda
29 novembre 2018

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Se ne parla ogni giorno sempre di più: “sostenibilità” è una delle parole del momento, e anche il mondo delle barche non fa eccezione. Buona parte degli interventi nel corso della terza edizione dell’Italian Yacht Design Conference, al Politecnico Bovisa, ha toccato il tema. Assieme ad alcuni protagonisti della conferenza abbiamo cercato di saperne di più: può esistere la barca completamente ecosostenibile? A che punto siamo? L’etichetta della sostenibilità non rischia di essere solamente motivo di “marketing” piuttosto che una reale variazione del processo produttivo delle barche e del loro utilizzo? (Nella foto di apertura, un modello di C-Yachts, cantiere molto attento alla sostenibilità)

Ecco che cosa ci hanno raccontato Luca Bassani, patron di Wally, considerato il “numero uno” quando si parla di innovazione (“Ho sempre progettato le barche perché potessero essere utilizzate il più possibile a vela” ha detto alla conferenza: più “eco” di così!) e Giovanna Vitelli, vicepresidente del gruppo Azimut Benetti (barche a motore: ma le sue considerazioni sono molto interessanti per il mondo della vela). A margine, abbiamo fatto quattro chiacchiere anche con il guru dei multiscafi Enrico Contreas e con il genio delle barche one-off Maurizio Testuzza di Adria Sail.

L’OPINIONE DI LUCA BASSANI

L’OPINIONE DI GIOVANNA VITELLI

L’OPINIONE DI MAURIZIO TESTUZZA

L’OPINIONE DI ENRICO CONTREAS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi