INFOGRAFICA Basta figuracce in regata! I consigli del campione

Regata, mon amour. La barca è a posto, avete speso fior di quattrini per farla scivolare al meglio sull’acqua. La carena è un bijou, le vele sono di ultima generazione e regolate al meglio, avete “limato” tutti i pesi all’osso. In un mondo ideale, siete pronti a vincere la vostra prima regata. In un mondo ideale, perché nella realtà dovrete fronteggiare mille variabili: le coperture degli avversari, la partenza, i giri di boa, i cambi di vento.

Filippo Baldassari

E’ il bello della vela: non basta avere una superbarca, devi anche saperla condurre e gestire in ogni situazione. Abbiamo chiesto a Filippo Baldassari, finnista olimpico (sei titoli nazionali tra Finn e Laser e un oro al Mondiale giovanile a squadre), di individuare cinque situazioni “clou” della regata in un ipotetico percorso a bastone e di darci consigli su come venirne fuori: non una guida pretenziosa, ma un buon punto di partenza per capire dove lavorare e verificare le eventuali lacune. In parole povere, le basi per evitare figuracce in regata raccontate da un fuoriclasse.  Il risultato è questa infografica. Se volete, scaricatela e appendetela in barca! 

CINQUE SITUAZIONI “CALDE” CHE DOVRETE FRONTEGGIARE IN REGATA
(E COME VENIRNE FUORI) – clicca per ingrandire l’immagine

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

2 commenti su “INFOGRAFICA Basta figuracce in regata! I consigli del campione”

  1. Roberto Roccati

    Non si finisce mai di imparare e poi si dovrebbero evitare i contatti in mare.
    Parlo da alpino, i marinai dovrebbero essere ancora più prudenti, ma i “regatanti” sono talvolta di un’altra categoria. P.S. ho un First 31.7 e tre barche in legno con armo latino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Cape 31

Cape 31, il monotipo superveloce di Mills (9m) arriva in Italia

Sbarca in Italia un monotipo che all’estero, soprattutto in Inghilterra, sta riscuotendo un ottimo successo. Stiamo parlando del Cape 31 (9,55 x 3,05 m), disegnato da Mark Mills. Uno scafo veloce, divertente, marino, trasportabile via terra e di semplice gestione:

Torna su