Viva la libertà! Addio monopoli nelle classi olimpiche

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.


“Finalmente, dopo trent’anni bui, ce l’abbiamo fatta. Dal 2020 addio monopoli nelle classi olimpiche”
, ci racconta soddisfatto Beppe Zaoli. Questo cosa significa? Che non potranno più esserci cantieri e produttori “esclusivisti” per le barche e le attrezzature delle classi olimpiche. E che i derivisti potranno scegliere gli scafi, le vele, gli alberi che vogliono. Questo si dovrebbe tradurre, come ci insegnano gli economisti, in una riduzione dei costi (in teoria). (foto di apertura di Jesus Renedo)

Beppe Zaoli, titolare di Zaoli Sails e presidente dello Yacht Club Sanremo

Una vera e propria rivoluzione in favore del libero mercato, avvenuta grazie agli italiani. Già, perché oltre a Zaoli (titolare della veleria Zaoli Sails), ad aver segnalato all’antitrust l’irregolarità in seno a World Sailing sono stati Luca Devoti (ex argento a Sydney sui Finn e titolare di Devoti Sailing) e il velaio Zaoli (nonché allenatore del 470 croato vincitore dell’oro alle ultime Olimpiadi) Andrea Mannini, tramite l’avvocato Giuseppe La Scala.

“A parte nella classe Finn (a proposito, futura ex-classe olimpica: scopri perché, ndr) e nel 470”, spiega Zaoli, “in tutte le altre classi esistono situazioni di monopoli (Nacra, 49er, Laser tanto per citarne alcune, ndr), che vanno contro ai principi della vela olimpica. Adesso World Sailing, che nella riunione in Florida ha stabilito la liberalizzazione a partire dal 2020, è indagata per questa irregolarità”.

Tra la segnalazione e la decisione della federvela mondiale è intercorso circa un anno: “Siamo stati molto determinati quindi abbiamo superato qualsiasi difficoltà. Tutti pensavano che fosse un bluff e ci sono stati momenti in cui non eravamo creduti a livello internazionale. E invece ce l’abbiamo fatta. Siamo riusciti a far cambiare una linea di prepotenza che durava da trent’anni”.

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI REGATE & SPORT

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Viva la libertà! Addio monopoli nelle classi olimpiche”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Torna su

Registrati



Accedi