developed and seo specialist Franco Danese

Naufragio del Bright, si infittisce il giallo: spunta un cargo pirata

Notte di temporali alla Middle Sea Race, aspettando il colpo di vento da Maestrale
22 ottobre 2018
Al cutter Star 1907 un’edizione delle Vele Storiche di Viareggio da record
22 ottobre 2018

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Il giallo si infittisce e il “caso del Bright” potrebbe diventare un affare internazionale. Da una dichiarazione di Rosa Cilano, moglie di uno dei due scomparsi del Bright, Aldo Revello (l’altro è Antonio Voinea) dei quali non si ha nessuna notizia dal 2 maggio scorso (LEGGI QUI), emerge un nuovo possibile scenario.

Come riportato da La Nazione, Rosa Cilano avrebbe ricevuto un messaggio enigmatico, che ha riaperto la vicenda: “Il Bright è naufragato per effetto della collisione con un cargo. Me lo ha riferito una fonte attendibile“.  A rafforzare le dichiarazioni della donna l’avvocato Egidi che sta seguendo il caso: “Il caso Bright è ancora in indagine e non ritengo opportuno al momento rilasciare dichiarazioni senza confrontarmi con la Procura”. Un dossier di denuncia è stato infatti presentato ufficialmente alla Procure della Repubblica. Il profilo dal quale è stato mandato il messaggio alla Cilano su facebook risulterebbe però come un fake, usato dal presunto testimone per celare la propria identità.

Gli interrogativi ovviamente restano molti, a cominciare dal fatto che una collisione di giorno, in una situazione di buon tempo, con il Bright che era comunque dotato di un AIS ricevente e si presuppone con almeno un uomo di guardia un pozzetto, resta un evento improbabile anche se non impossibile. Il secondo interrogativo è quello iniziale, ovvero la scarsità di resti della barca ritrovati, che nell’ipotesi di una collisione con un cargo con la presenza di numerosi detriti e frammenti, avrebbero dovuto essere notevoli. Il giallo però resta aperto e potrebbero essere rivelati a breve nuovi dettagli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fai il bordo giusto, iscriviti!

La newsletter più completa per il mondo della vela