Leatherman Story: come una Fiat 600 scassata ispirò il coltello dei velisti

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

leathermanSe “l’uomo di terra” ha il coltellino svizzero, il velista ha “il Leatherman”. Il nome del prodotto americano è diventato sinonimo dell’attrezzo multifunzione che non può mancare nelle tasche dei velisti.

Tim Leatherman con la sua Fiat 600 “da incubo”

UN VIAGGIO DA INCUBO
Sapete come venne l’idea a Tim Leatherman? Nel 1975, con la moglie, intraprese un lungo viaggio (dall’Europa fino a Teheran) con una Fiat 600 del 1969 che lo lasciava continuamente in panne. Diventò pazzo, ogni volta, a fermarsi nelle piazzole di sosta e con il suo coltello da boyscout per procedere con le riparazioni.

Visto che il budget dei Leatherman era ridotto, la coppia si fermava spesso a dormire in delle vere e proprie topaie. Immaginate in est europa negli anni ’70! E anche lì, rubinetti che gocciolavano, tubature che esplodevano: il coltellino non bastava.

LA NASCITA DI UN MITO
Tim capì che era necessario aggiungere un paio di pinze al coltello. Tornato in Oregon, si chiuse in un garage: prima partì dalla carta, poi dal legno, prima di arrivare al metallo, come vi mostriamo in questa gallery qua sotto, tratta da gizmodo.com. La moglie lavorò duro per mantenere la famiglia nel frattempo…

Cinque anni dopo, brevettò il suo primo coltello multifunzione. Paradossalmente, impiegò anni a trovare un compratore che commercializzasse la sua idea: i produttori di coltelli dicevano “è un attrezzo, non ci interessa”, i produttori di attrezzi per la casa dicevano “è un gadget, non ci interessa”. Nel 1983 Tim riuscì a convincere un vecchio compagno di college e insieme crearono la Leatherman Tools.

Dai 2.000 ordini iniziali, l’anno successivo già erano 30.000. Nel 1993 il numero di “Pocket Survival Tool” prodotti, il classico “Leatherman” era di un milione. Oggi l’azienda fattura 100 milioni di dollari con i suoi coltelli. Tutto “per colpa” di una Fiat 600 scassata.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

3 commenti su “Leatherman Story: come una Fiat 600 scassata ispirò il coltello dei velisti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Adesso hai l’incentivo se compri un motore elettrico

  Arrivano gli incentivi per l’acquisto di un motore elettrico marino. Dopo anni di vane attese, lungaggini burocratiche e la sensazione di essere praticamente “invisibili” agli occhi del Governo in quella tanto sbandierata corsa alla “transizione ecologica”, finalmente anche per

Registrati



Accedi