developed and seo specialist Franco Danese

La battaglia dei Cigni: tutti i vincitori della Rolex Swan Cup

personalizzare
IDEA! Personalizzare gli interni della tua barca come fosse casa tua
16 settembre 2018
Il mago del daysailing è tornato: il Polar Bear di Bua è una vera chicca. FOTO
17 settembre 2018

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Un posto da sogno per regate da sogno. Una memorabile edizione della Rolex Swan Cup, che ha festeggiato i vent’anni con ben 110 iscritti, va in archivio eleggendo i suoi vincitori. E’ stata un’edizione tecnica, dove le proverbiali condizioni meteo della Costa Smeralda si sono viste solo a tratti e sovente il vento è stato leggero e difficile da interpretare lungo gli spettacolari percorsi costieri riservati alla maggio parta delle classi in acqua. In regata c’erano infatti le categorie Maxi, Grand Prix, Sparkman&Stephens, Club Swan 42, Club Swan 50 e 45 One Design. 

Tra i maxi il successo è andato allo Swan 80 Plis Play di Torres Vicente Carcia, seguito dallo Swan 601 Flow di Stephen Cucchiaro, terzo posto per la gemella Arobas di Gerard Logel.

Nei Grand Prix successo per lo Swan 53 Solte, secondo posto per la gemella Crilia di Heinz Gerd, terzo lo Swan 54 Nehalennia di Marty Roesch.

Nella combattutissima categoria degli Sparkman&Stephens il successo va per soli due punti a Six Jaguar, Swan 65 di Anthony Ball. Secondo posto per un altro 65, l’italiana Shirlaf di Giuseppe Puttini, terzo ancora un 65, Libelula di Placido Arango.

Tra i Club Swan 42 vince l’italiana Mela di Andrea Rossi, seguita da Natalia di George Brailoiu, terzo posto ancora per un’italiana, Selene Alifax di Massimo De Campo.

Tra i Club Swan 50, la classe che ha disputato più regate in acqua, ben dieci, il successo è andato per un solo punto, deciso all’ultima prova, a One Group di Stefan Heidenreich, secondo posto per Cuordileone di Leonardo Ferragamo, terzo per Mathilde di Morten Kielland.

Nei 45OD la vittoria è andata a Porron IX di Luis Senis, seconda Elena Nova di Christian Plump, terzo posto per Motions di Lennard Van Oeveren.

La speciale classifica dedicata agli Swan Classic by Frers è andata invece allo Swan 651 Lunz Am Meer di Marietta Strasoldo, secondo posto per lo Swan 44 Triple Lindy di Joseph Mele, terzo per lo Swan 51 Cheri di Ronald Wulff.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi