A settant’anni partono per circumnavigare il mondo a vela

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

La vela ci insegna ogni giorno che non esiste un’età per decidere di lanciarsi in un’avventura intorno al mondo. Così il medico Massimo Vecchietti e sua moglie, Paola Broggi, hanno deciso di lanciarsi a settant’anni nella circumnavigazione della terra da est a ovest seguendo la fascia degli Alisei, venti costanti che spirano nelle regioni tropicali. Il progetto si chiama Drops in the Sea e non prevede un semplice viaggio fine a sé stesso. “Questa non è certamente una impresa titanica, né siamo i primi a farlo, ma noi vorremmo caratterizzarla, oltre che come esperienza di navigazione, anche – e soprattutto – con finalità umanitarie, portando ai bambini ed alle popolazioni disagiate degli arcipelaghi lontani materiale scolastico , farmaci e assistenza medica.”

Con queste parole Massimo e Paola raccontano qual è il loro obiettivo e come intendono portarlo a termine, ben consapevoli che quello che possono fare “è solo una goccia in un mare di bisogni”. La barca con cui partiranno è l’Amel Super Maramu, Patchouli II, un due alberi che dalla partenza avrà a bordo materiale scolastico ( quaderni, matite, biro, pennarelli, ecc.), un gran quantità di farmaci salvavita e di base, uno strumentario chirurgico ed un elettrocardiografo.

Visto il tipo di navigazione che Patchouli II si prepara a fare, l’attrezzatura di bordo comprende pannelli solari, un generatore eolico e un idro-generatore per navigare rispettando al massimo l’ambiente. La barca è a Loano per i lavori di riallestimento e non appena sarà pronta ad affrontare la navigazione oceanica, farà rotta verso gli oceani. Dopo la partenza, prevista nella primavera del 2019, Paola e Massimo attraverseranno l’oceano Atlantico, Pacifico e Indiano, rimanendo in navigazione per circa 5 anni, cercando di portare il loro aiuto dove c’è bisogno.

 

Buon vento!

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Piccoli ma comodi: i Maxus arrivano in Italia con Barcando

Un’interessante novità sta per arrivare sul mercato italiano, dedicata ai diportisti amanti delle piccole barche a vela e a chi le cerca con queste caratteristiche anche per il charter. In un modo della cantieristica dominato dalle barche sopra i 12

Trionfo Tita. E adesso Olimpiadi e Coppa America

Ha fatto bene a Ruggero Tita, l’allenamento invernale con Luna Rossa e giocare al simulatore assieme a Marco Gradoni. Il poker di Ruggi il Freddo Ha stravinto con venti punti di vantaggio il suo quarto campionato mondiale Nacra 17 (e

Registrati



Accedi